Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato alle spiagge di Bernalda, Nova Siri, Maratea, Pisticci e Policoro

Sono cinque le spiagge lucane - nei comuni di Bernalda, Maratea, Nova Siri, Pisticci e Policoro - che hanno ottenuto anche quest'anno la "bandiera blu", il "prestigioso riconoscimento" assegnato dalla Foundation for Environmental Education" che "certifica la qualità delle acque e i servizi di balneazione". La premiazione è avvenuta in diretta Facebook: per le spiagge dei cinque comuni lucani, che avevano ottenuto la bandiera blu anche lo scorso anno, il riconoscimento della Fee permette di "proseguire nel percorso di valorizzazione del mare - ha spiegato l'amministrazione comunale di Pisticci - non solo come inestimabile risorsa naturale da preservare ma anche come patrimonio intorno al quale costruire un sistema turistico sostenibile e virtuoso".

 

“Le coste della Basilicata confermano la loro qualità e può ripartire con il piede giusto la stagione balneare, grazie anche al riconoscimento della Bandiera Blu a cinque località e alle loro spiagge”. E’ il commento di soddisfazione del direttore generale dell’Agenzia di Promozione Territoriale di Basilicata, Antonio Nicoletti, nell’apprendere la notizia della riconferma del prestigioso vessillo a Maratea, Bernalda, Pisticci, Policoro e Nova Siri, assegnato come ogni anno dalla Foundation on Environmental Education (FEE). “Anche nell'ambito del prodotto balneare – continua Nicoletti – la Basilicata conferma la sua identità di destinazione turistica dall’offerta ricca di qualità e di diversità. Da noi infatti il turista può scegliere tra la costa tirrenica, con il paesaggio mozzafiato di Maratea, e il litorale ionico del Metapontino, con le ampie spiagge dunali. Tanti sono i servizi e le attività per chi vuole trascorrere giorni di relax al mare, nella totale qualità ambientale, certificata anche quest’anno dal riconoscimento conseguito con la Bandiera Blu”.