Nel corso dell'incontro è stata chiesta l'istituzione dell'area marina "Costa di Maratea"

Due dei cinque punti controllati da Goletta Verde lungo le coste della Basilicata sono risultati "oltre i limiti di legge": lo hanno reso noto gli stessi ambientalisti, oggi, a Maratea (Potenza), chiedendo anche l'istituzione dell'area marina protetta "Costa di Maratea". I punti critici sono la foce del canale Toccacielo e Nova Siri (Matera), che "si conferma fortemente inquinata", e la foce del Fiumicello a Maratea, "oltre i limiti di legge".

 

Il canale Toccacielo è stato definito "ormai una triste costante nei risultati dei monitoraggi"; la foce del Fiumicello, "un altro punto fortemente inquinato". "Bene" gli altri tre punti controllati da Goletta Verde: il mare antistante la spiaggia a sud di Largo Italia, sul lungomare di Policoro (Matera), la foce del Cavone e Scanzano Jonico (Matera) e il mare della spiaggia di Porticello a Maratea. Goletta Verde ha rilevato, inoltre, che "non c'è il divieto di balneazione nei punti oltre i limiti" e, in quattro su cinque di essi, "nessuna presenza dei cartelli relativi alla qualità delle acque, obbligatori da diversi anni".