logo bn ultimo

 

In campo la solidarietà con un torneo diviso a squadre con diversi giovani e meno giovani a sfidarsi

“Una mano per la solidarietà” si chiama così l’iniziativa messa in campo dalla Pro Loco di Latronico per il prossimo 10 luglio. Solidarietà e sport abbinati con l’obiettivo di relazionarsi e recuperare i rapporti sociali. Solidarietà come concetto legato ad un pensiero nobile: nulla di quello che accade all'uomo deve risultarci estraneo. Le idee, le mani, il pensiero che aiutano sono più adatte a delle labbra che pregano. Un torneo di bocce per ritrovare e ritrovarsi tra la gente comune, meno abbiente, lontana tante volte anche dal quotidiano.

 

Un torneo per mettere insieme giovani e meno, puntatori o accostatori, cosi vengono suddivisi i giocatori dediti a questo sport, in un momento di civile incontro per esprime concordanza di idee, di aspirazioni e la volontà di volerle sostenere assieme, molto più semplicemente, dando una pacca sulla spalla tra generazioni. Un torneo diviso a squadre da due con sorteggio che verrà effettuato al momento dell’inizio della competizione.

 

È prevista la partecipazione di uomini e donne che si contenderanno l’esito finale del torneo. Una solidarietà senza confini che ha in programma uno speciale momento per ricordare una giovane vita venuta a mancare nella contrada di Agromonte Magnano. Prima dell’inizio del torneo, è prevista la cerimonia di intitolazione del campo di bocce a Paolo Lofrano venuto a mancare per un infarto a soli 50 anni. Persona speciale e di grande impegno che la comunità vuole ricordare e mai dimenticare. A seguire la nomina del vincitore del torneo con la consegna di diversi premi a tutti i partecipanti.

 

Oreste Roberto Lanza