logo bn ultimo

 

Giornata importante quella che si celebra oggi per la città jonica lucana

62 anni fa, il 26 aprile del 1959, la città di Policoro diventa comunità autonoma. Il provvedimento che ne suggellava giuridicamente la vita autonoma del comune fu il Decreto del Presidente della Repubblica numero 124 del 26 febbraio 1959, pubblicato nella gazzetta ufficiale numero 86 del 10 aprile del 1959. Sfogliando quel famoso provvedimento, composto di soli due articoli, all’articolo 1 si può ancora leggere: “la frazione Policoro è distaccata dai comuni di Montalbano Ionico e costituita in Comune distinto con capoluogo e denominazione Policoro e con la delimitazione territoriale risultante dalla pianta planimetrica e dalla relazione descrittiva dei confini, annesse al presente decreto.

 

Un’autonomia arrivata dopo lunghi impegni e diverse istanze presentate dalla maggioranza qualificata dei contribuenti dell’allora frazione di Policoro con cui chiedevano che venisse autorizzato il distaccamento dal comune di Montalbano Ionico e costituita in Comune. Le istanze furono quelle del 26 agosto e 14 novembre 1957 a cui seguirono le deliberazioni del Consiglio comunale di Montalbano Ionico in data 3 aprile 1958, n. 9, e del Consiglio provinciale di Matera in data 29 maggio 1958, n.166, con le quali venne espresso parere in ordine alla variazione territoriale.

 

Successivamente udito il parere espresso dalla prima sezione del Consiglio di Stato del 19 gennaio 1959, numero 14, il Ministro della Giustizia, Guido Gonella ne ratificò la volontà sottoscritta dall’allora Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi. Da qui iniziò la storia di una grande comunità laboriosa che seppe creare sviluppo per l’interò territorio diventando punto fermo dell’intero metapontino e non solo. Policoro oggi è una città piena di energia e di attività commerciali di richiamo per un vasto territorio non solo lucano. 

 

Oreste Roberto Lanza


ULTIMI ARTICOLIPIU' LETTITAG POPOLARI

sponsor

Sponsor