logo bn ultimo

 

Bidoni abbandonati per strada a tutte le ore del giorno e della notte

A Matera ancora disservizi a causa della caotica raccolta differenziata imposta a caro prezzo ai residenti. Le segnalazioni da parte dei materani si susseguono: anziani e disabili a cui non vengono svuotati da due settimane i mastelli dedicati alle traverse e ai pannoloni, bidoni del vetro puntualmente non svuotati, bidoni abbandonati per strada a tutte le ore del giorno e della notte poiché raramente svuotati in orario dai netturbini, sacchi neri d’indifferenziata provenienti da abitazioni in cui vi sono soggetti in quarantena per aver contratto il COVID-19 ritirati ben oltre le 14 e pertanto lasciati in strada per oltre 12 ore. Mentre al numero verde dell’azienda che gestisce il servizio raramente risponde qualcuno, l’ufficio igiene del comune riferisce di essere oberato di segnalazioni. Il primo cittadino materano oltre ad aver espresso rabbia e promesso provvedimenti già in più occasioni, nei fatti ad oggi agli occhi dei materani sembra incapace di prendere provvedimenti nei confronti dell’azienda IoDifferenzio, palesemente inadempiente rispetto agli impegni contrattuali da tempo ormai assunti.

Matera da capitale della cultura oggi è etichettata da un disservizio, un disagio, che verte ai limiti dell’assurdo. Un gruppo di cittadini residenti nel rione Agna di Matera, denuncia così i disservizi a cui sono costretti a causa di una a dir poco balorda raccolta differenziata dei rifiuti: “Anche oggi continua un inesorabile stillicidio di mancata raccolta dei rifiuti nella zona Sud di Matera e non solo. Ancora una volta, ad esempio in via Ricciardi, è saltato il ritiro della plastica è da più di una settimana giacciono in più punti i secchi dell’ indifferenziata”. Disservizi vengono tutt’oggi denunciati anche dai residenti di via dei Peucezi, da alcuni residenti di via Gravina e anche della più centrale via Marconi.

 

Silvia Silvestri