logo bn ultimo

 

Avviate tutte le procedure del protocollo di accettazione necessarie alla messa in sicurezza della struttura

Nel reparto di Chirurgia dell'ospedale Madonna delle Grazie di Matera sono risultati positivi al coronavirus 18 pazienti e otto operatori sanitari. La notizia che è trapelata da fonti attendibili, è stata resa ufficiale poi dopo poche ore dall’ASM di Matera. Il focolaio di contagi da Covid-19 accertati ad ora sono in totale 26. Di seguito la nota integrale inviata dall’Asm.

"L’Azienda Sanitaria di Matera comunica che nel reparto di Chirurgia, dell’Ospedale Madonna delle Grazie, sono risultati positivi 18 pazienti e 8 operatori sanitari. Sono state immediatamente avviate tutte le procedure del protocollo di accettazione necessarie alla messa in sicurezza della struttura che prevedono la momentanea sospensione di tutte le attività ambulatoriali fino al 30 aprile garantendo, però, gli interventi d’urgenza e le prestazioni ambulatoriali delle categorie “U” e “B” e di quelle per follow-up dei pazienti oncologici. Si è dato avvio al cronoprogramma per sottoporre tutto il personale ospedaliero, in tempi idonei, all’esecuzione del tampone molecolare. I pazienti ricoverati nel reparto di Chirurgia sono stati immediatamente isolati nell’area Covid predisposta e vengono costantemente seguiti dall’equipe medica. Si sta procedendo ad un’ulteriore sanificazione dell’intera struttura. a seguito del focolaio registrato nel reparto di Chirurgia dell’ospedale di Matera il commissario straordinario con funzioni di direttore generale, Sabrina Pulvirenti e il direttore sanitario facente funzione Gaetano Annese hanno comunicato la sospensione delle attività ambulatoriali e ricoveri programmati presso l’ospedale di Matera.

 

Nella lettera si precisa che “Per inderogabili esigenze legate alla necessità di limitare al minimo indispensabile l’accesso di utenti esterni alla struttura ospedaliera di Matera e al fine di garantire il massimo della sicurezza per i pazienti ricoverati e per gli operatori sanitari, si rende necessario sospendere temporaneamente fino al 30 aprile 2021 tutte le visite ambulatoriali ad eccezione delle categorie “U” e “B” (urgenze priorità B) e di quelle per follow-up dei pazienti oncologici. Tenuto conto di quanto già comunicato con precedenti note si ribadisce inoltre la sospensione di tutti i ricoveri programmati e dell’attività operatoria non urgente anche in questo caso ad eccezione delle patologie oncologiche. Per lo stesso periodo è sospesa l’attività ambulatoriale intramoenia. I direttori di Dipartimento sono incaricati di vigilare sul massimo rispetto di quanto disposto".

 

Silvia Silvestri