logo bn ultimo

  

Dopo la dissoluzione dei Volt, ora i Verdi-PSI perdendo ben due assessori

Con una lettera inviata nel pomeriggio di ieri al Sindaco Bennardi, l’Assessore all’ Ambiente e Sostenibilità Lucia Summa ha rassegnato le proprie dimissioni. Nella lettera di dimissioni, l’Assessore Summa traccia del suo operato che, come ella stessa scrive, «Nonostante le difficoltà esistenti, ha avviato e compiuto molti processi per risolvere in maniera strutturata latanti criticità che affliggevano il settore». Summa ci tiene a precisare nello specifico i settori nei quali afferma di aver contribuito ad apportare migliorie, malgrado le criticità. Ha specificato, infatti che la sua attività ha spaziato in vari settori, dal compito di avviare la differenziata all’approvazione del progetto di fattibilità del Centro di Raccolta Rifiuti di Matera Nord, l’eco station per il riciclo di vari materiali, le linee guida per il canile approntate con il servizio veterinario e i diversi progetti di riqualificazione del verde urbano.

 

Ma soprattutto, afferma, essere stata l’artefice della programmazione pluriennale della gestione del verde e l’approvazione del “Regolamento e piano del verde”. Dando uno sguardo di prospettiva alla situazione amministrativa del comune di Matera, in riferimento alle dimissioni di Summa ed alle precedenti dimissioni dell’assessore Tantone, non potevano non avere ripercussioni sul gruppo consiliare Socialisti – Verdi” gruppo al quale entrambi gli ex-assessori erano in quota. L’assoluto silenzio istituzionale che tre giorni fa era seguito alle dimissioni di Tantone, era già sospetto.

 

Alcune voci, non confermate, raccontano che la consigliera in quota Verdi-PSI Luciana Stigliani, che tra l’altro è presidente della commissione consiliare “Mobilità Sostenibile” (commissione lasciata orfana dall’assessore Tantone) sarebbe in netto disaccordo con la consiliatura dei verdi che come ricordiamo, sono rimasti silenti su diverse questioni, pur di non complicare la situazione già critica ed incerta della giunta Bennardi. Dopo la dissoluzione dei Volt, ora i Verdi-PSI perdendo due assessori così fondamentali. Cosa accadrà lo si spera di sapere a stretto giro, ma le attuali condizioni suggeriscono un rimpasto, a meno che il Sindaco Bennardi non decida di detenere per sé anche la delega all’Ambiente.

 

Silvia Silvestri