Una distrazione dalle conseguenze inaccettabili. “Vanno garantite le risorse necessarie”

Una manifestazione pubblica ai piedi del Palazzo dell’Annunziata domenica 30 gennaio alle ore 11,00 sarà la prossima iniziativa comunitaria messa in campo a favore della Biblioteca Provinciale di Matera Tommaso Stigliani, per scongiurare la chiusura di un importante servizio pubblico del territorio. Con legge regionale n. 23 del 19 settembre 2018 è stato istituito il Fondo unico autonomie locali: il Fual, questo assegna i contributi per le funzioni fondamentali agli enti provinciali di Matera e Potenza e definisce l’impegno di spesa per l’annualità 2021. In ragione del criterio, stabilito dalle due sopracitate delibere di Giunta regionale, alla Provincia di Matera spetta un contributo di euro 1.720.000 ovvero il 40%di quanto dovuto generalmente alle province. Euro 1.346.288 compresa IVA, sono relativi alla copertura dei servizi TPL (Trasporti pubblici di linea) per il periodo in oggetto dell’intesa. Intesa raggiunta tra il Presidente della Giunta Regionale e il Presidente della Provincia di Matera, nonché presidente del Cotrab (Consorzio trasporti Basilicata) intesa repertoriata con delibera n.831 del 25.08.2021.Le rimanenti risorse, ovvero euro 373.712, non sono chiaramente sufficienti per garantire la continuità dei servizi pubblici offerti dalla Biblioteca provinciale di Matera Tommaso Stigliani.

Da più parti oggi si chiede alle Istituzioni il reperimento di ulteriori risorse onde evitare la sospensione di servizio pubblico fondamentale per la città e la provincia, la chiusura di un luogo simbolo di cultura e la conseguente violazione del diritto costituzionale allo studio. Provincia di Matera e Comune di Matera hanno già convocato un incontro urgente con la Regione Basilicata per discutere sul futuro e sul presente della Biblioteca Provinciale di Matera. Al tavolo hanno partecipato il Presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, il Sindaco di Matera Domenico Bennardi e il Consigliere Regionale Ing. Vincenzo Acito, oltre al vice sindaco Rossella Nicoletti e al Segretario Generale dell'Ente Provincia e Comune di Matera. In un clima collaborativo è stata affrontata la questione cruciale, ovvero la necessità di recuperare le risorse adeguate per garantire in tempi celeri gli adeguamenti strutturali al Palazzo dell'Annunziata sede della Biblioteca e le spese tecniche per il personale impiegato. Sono stati analizzati i problemi di immediata risoluzione, ma anche le criticità da dirimere nel breve, medio e lungo termine. Sono state individuate le possibili strade da percorrere oltre che le possibili risorse regionali da impiegare. Nell'arco di pochi giorni, anche nell'attesa che rientri il Presidente Bardi dalle elezioni del Presidente della Repubblica a Roma, sarà verificata la fattibilità sulle coperture necessarie non solo per poter garantire la continuità del servizio ma anche nell'auspicio di rilanciare il ruolo della Biblioteca Provinciale di Matera, capitale della cultura ed importante riferimento culturale regionale. "La Biblioteca T. Stigliani di Matera - sostiene il Sindaco Bennardi - per la sua storia, per il suo incredibile patrimonio librario, rappresenta un presidio culturale fondamentale per una città che ha investito molto sulla cultura e da capitale europea della cultura merita una Biblioteca degna di questo riconoscimento. Dobbiamo sforzarci di occuparci dei nostri contenitori e presidi culturali, non solo in situazioni emergenziali ma con largo anticipo e con una visione condivisa tra tutti gli enti locali, occorre come ho proposto al consigliere regionale Acito, uno sforzo maggiore per una più ampia programmazione possibile e arrivare ad un piano condiviso di rilancio della Biblioteca. Esistono molti modelli virtuosi di Biblioteche italiane ed europee che costituiscono, non solo un luogo di consultazione, studio e ricerca ma anche un'occasione di aggregazione socio culturale per i giovani, per i tanti studenti, Biblioteca delle Oblate di Firenze, Biblioteca di San Giorgio a Pistoia sono solo alcuni esempi di Biblioteche che diventano fulcri di una vitalità culturale che genera anche lavoro, che offre spazi condivisi e che punta sulla professionalità biblioteconomica per fondi di pregio come quelli che abbiamo a Matera, fondo Ridola, fondo Gattini, l'intero fondo Lucano, le raccolte, donazioni e collezioni esposte, sono beni di un incredibile valore, anche sul piano attrattivo turistico da valorizzare. Ma prima di tutto vanno garantite le risorse necessarie per garantire la manutenzione del Palazzo dell'Annunziata e per sostenere il personale sul piano professionale, sindacale e retributivo. Con il Presidente Piero Marrese abbiamo esposto queste esigenze al rappresentante regionale, riscontrando la piena disponibilità da parte del Consigliere Acito. Confidiamo che ci siano risposte certe nei prossimi giorni".

 

Silvia Silvestri