logo bn ultimo

 

Per la squadra del Pentasuglia impegnati nella categoria G3, Giuseppe Casamassima, Antonio Fontanarosa e Antonio Bellamia

Si è concluso il torneo nazionale di Geometriko, una competizione nazionale di geometria piana, basata sull’omonimo gioco ideato da Leonardo Tortorelli (Geometriko – Il gioco strategico per imparare la geometria piana). È lo studente Giuseppe Casamassima, che frequenta la classe 2D del settore informatico dell’Istituto Pentasuglia di Matera il campione nazionale del torneo di Geometriko categoria G3, un gioco di carte per acquisire e consolidare l’apprendimento della geometria piana in cui i giocatori sono chiamati a risolvere strategicamente problemi o a dimostrare proprietà e teoremi, sfidandosi l’uno con l’altro in base alle carte che hanno in mano, difendendo le “carte quadrilatero” in proprio possesso e cercando di fare in modo che gli avversari, invece, le perdano.
La squadra del Pentasuglia ha visto impegnati, per la categoria G3, Giuseppe Casamassima, Antonio Fontanarosa e Antonio Bellamia quali campioni d’Istituto della categoria G3. Durante l’intero anno scolastico l’Istituto ha realizzato il progetto di preparazione al torneo nazionale a cui hanno partecipato ragazzi della classe 2 D settore informatico e 2 A del liceo scientifico tecnologico. La maggior parte dei partecipanti proviene dai paesi della provincia di Matera e si è distinta per passione, impegno e dedizione verso il progetto.

 

Le semifinali sono avvenute online nelle giornate di 21/04 e 22/04, durante le quali gli alunni hanno disputato due partite del gioco confrontandosi con partecipanti provenienti da tutta Italia, dopo aver risposto ad un test geometrico che ha dato loro un punteggio utile ai fini del gioco. Da tali dispute sono stati selezionati 6 giocatori, su base nazionale, i quali hanno partecipato alla finale nazionale del torneo nella data del 20 maggio, tra cui gli alunni Giuseppe Casamassima e Antonio Fontanarosa, che si sono collocati rispettivamente in prima e in quinta posizione. Casamassima ha raggiunto l’obbiettivo sperato dopo mesi di esercitazioni fatte sotto la guida della sua insegnante di matematica, la professoressa Mariangela Ventura.

 

Silvia Silvestri