logo bn ultimo

 

A chiederlo a gran voce il Dott. Castellucci, con una lettera inviata all’Asm

Maggior tutela della salute con particolare interesse al Punto Nascita. E’ questo quello che in sostanza si chiede all’Azienda Sanitaria di Matera per migliorare la qualità dell’offerta dell’Ospedale “Giovanni Paolo II°” di Policoro. Con numero di protocollo 30923 del 27 maggio 2019, il Dottor Giuseppe Castellucci, Segretario Aziendale dell’AAROI - Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani, ha inviato una lettera di richiesta al Direttore Generale dell’Asm di Matera, al Direttore Sanitario Aziendale, al Direttore Dipartimento Emergenza/Urgenza e al Direttore Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione, per l’istituzione della Guardia Attiva notturna di Anestesia. 

  I rischi sono notevoli, soprattutto perché l’Ospedale di Policoro è sede di Punto Nascita con ginecologo di guardia h24, senza garantire la presenza notturna dell'Anestesista come invece è richiesta a norma di legge (D.lgs n.66 del 8 Aprile 2003; D.lgs 213 del 19 Luglio 2004; accordo Satto – Regioni del 2011 su “Linee Guida per i Punti Nascita”; CCNL della Dirigenza medica e veterinaria 2002-2005). Viene in tal modo fortemente penalizzata la sicurezza dell'Ospedale stesso per ritardato intervento in emergenza ed urgenza, in particolare nell’emergenza ostetrica, visto e considerato che il medico di guardia in Rianimazione, unico presente nelle ore notturne, non può garantire contemporaneamente assistenza ai pazienti ricoverati nei vari reparti della struttura, ai codici rossi del Pronto Soccorso attivo, alle partorienti e/o ai neonati critici, con il rischio che ogni ritardo possa comportare delle gravi conseguenze. 
  Il diritto alla salute non può essere negato a nessuno, l’assistenza nelle cure sanitarie dev’essere uniforme e non deve generare uno scollamento fra quelli che sono i diritti sanciti e garantiti evitando di allargare la forbice fra pazienti di serie A e di serie B. Il direttore Generale, così come la politica, devono sapere che la vita dei cittadini vale quanto la loro pelle e pertanto, visti i ruoli che ricoprono, devono prodigarsi per risolvere la questione quanto prima.

 

Claudio Sole