logo bn ultimo

  

Alfonso Andreatta, amministratore unico: “Prossima settimana parte la gara per il call-center”

Disguidi in fattura, pagamenti ingiustificati, nessuna risposta dal numero verde, neppure via Pec, soprattutto l’assenza di una presenza fisica in alcuni comuni. Queste alcuni problemi che negli ultimi giorni tanti cittadini, in particolare anche alcuni sindaci, hanno fatto rilevare all’ente regionale dell’Acquedotto lucano. Il relativo sito web non aggiornato le cause pare legato a due fattori: mancato aggiornamento di software da cui dipendono letture, anagrafica e fatturazioni; il secondo ad una struttura sottodimensionata.

 

“Non riusciamo a rispondere a tutte le domande – precisa subito Alfonso Andreatta, amministratore unico di Acquedotto Lucano – che arrivano e che sono molte che evidentemente si sono concentrate in un momento in cui sono arrivate contemporaneamente molto bollette agli utenti”. Ma da parte dell’Acquedotto Lucano c’è impegno e volontà per risolvere i tanti problemi esistenti e manifestati dai cittadini lucani. “La prossima settimana verrà bandito- ha sottolineato Alfonso Andreatta – la gara per l’esternalizzazione del Call center, in maniera tale da riorganizzarci anche sotto questo punto di vista”. Ma l’Ente guarda anche a chi ha poca dimestichezza con Internet cercando di offrire un servizio più efficiente con una piattaforma per l’utente che dovrebbe essere a breve disponibile. “Vogliamo creare – ha aggiunto Alfonso Andreatta – punti nei quali le persone possono recarsi e utilizzare, con l’ausilio di un operatore informatico o in grado di utilizzare questo sportello Online, per fare tutte le pratiche senza venire a Potenza”.

 

Un altro significativo problema quello dei diversi disservizi che si registrano a causa della sospensione idrica oltre le 24 ore. Caso successo qualche giorno fa nel capoluogo che ha creato notevoli disagi, con l’arrivo delle autobotti dopo le 24 ore. Acquedotto lucano sta lavorando a nuove soluzioni come potrebbe essere l’idea delle buste d’acqua. “Stiamo Lavorando – ha concluso Alfonso Andreatta – anche su sollecitazione delle Prefetture per produrre dei paini di emergenza che siano più strutturati”. Una situazione in Work in progress; lavori in corso presso l’ente regionale dell’Acquedotto lucano per ristabilire un dovuto collegamento con le esigenze del territorio e un grado rapido di efficienza ed efficacia del servizio. Continueremo a vigilare.

 

Oreste Roberto Lanza