logo bn ultimo

 

La Procura della Repubblica considera "la contiguità e la vicinanza dei contendenti" a due clan ritenuti mafiosi

Ritenuti responsabili dell'attentato esplosivo avvenuto ai danni di un bar di Potenza, la notte fra il 9 e il 10 aprile scorso, due uomini sono stati arrestati oggi dalla Polizia su ordine del gip distrettuale, al termine di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia che hanno portato alla raccolta di "numerose e convergenti evidenze indiziarie" a carico dei due indagati.

La Procura della Repubblica, considerata "la contiguità e la vicinanza dei contendenti" a due clan ritenuti mafiosi - uno con base a Pignola (Potenza), l'altro nel capoluogo - ha collocato la vicenda "in un contesto di criminalità organizzata e di rintracciarne l'aggravante della mafiosità".

(ANSA).