logo bn ultimo

 

Si tratta di immagini raccolte con fototrappole davanti all'isola ecologica cittadina

Vicenda singolare quella che vede protagonista una donna di Policoro la cui automobile è stata immortalata davanti all'isola ecologica cittadina dalle fototrappole installate dal comune per il contrasto all'abbandono dei rifiuti. L'amministrazione ha multato per ben tre volte la donna, "beccata" ad abbondonare i rifiuti all'esterno dell'area adibita ad isola ecologica, molto probabilmente per la sbarra abbassata nell'orario di chiusura.

 

Il garante nazionale della privacy ha ora imposto una sanzione da €26000 al comune di Policoro per trattamento illecito dei dati personali. Diverse le violazioni riscontrate tra queste la segnaletica non idonea, carenze nel regolamento del comune e un conflitto di interessi da parte dell'avvocato dell'amministrazione che ha seguito la vicenda.

 

Ora il neo sindaco Enrico Bianco sta valutando se ricorrere in giudizio contro il provvedimento del garante. Resta la questione dell'efficacia di questi strumenti di cui sempre più le linee guida nazionali prevedo una cancellazione entro pochi giorni e comunque non oltre il necessario delle immagini acquisite. Staremo a vedere come procederà la vicenda.