mango

 

A 5 anni dalla scomparsa dell’artista lucano un progetto per ricordarne i successi: cd e vinile

Un semplice cofanetto per racchiudere l’armonia, la passione, l’emozione di un grande artista lucano, precisamente di Lagonegro. Cinque anni dopo la sua scomparsa, avvenuta nel dicembre del 2014, la voce di Mango è depositata in un cofanetto dal titolo: "Tutto l'amore che conta davvero"; una grande raccolta di successi, oltre quaranta successi, alcune registrazioni dal vivo, alcune rarità e duetti. Un progetto per ricordare a cinque anni dalla scomparsa il grande cantautore lucano hanno partecipato in prima persona la moglie di Mango, Laura Valente, e i figli Angelina e Filippo Mango, oltre a Arturo Bertusi in veste di art director e curatore editoriale della pubblicazione e Lorenzo Cazzaniga, storico ingegnere del suono.
Questo piccolo scrigno si divide in tre sezioni tematiche ed è disponibile in altrettante versioni: la deluxe edition da quattro cd con i successi, i duetti, le rarità e i live; la versione standard da tre cd senza le registrazioni dal vivo e una versione in vinile. Tra i successi, tutti i cavalli di battaglia della carriera del cantautore: da "Oro" a "Ti porto in Africa", passando per "Lei verrà", "Bella d'estate" e "Mediterraneo", mentre tra i duetti spiccano quelli con - tra gli altri - Lucio Dalla (su "Forse che sì, forse che no"), Claudio Baglioni ("Amore bello"), Franco Battiato ("La stagione dell'amore") e la stessa Laura Valente ("Il dicembre degli aranci"). Il cofanetto è stato presentato Milano nel grande evento Music Week dal18 al 24 novembre 2019, con un incontro mattutino per gli studenti nell’Aula Magna dell’Università Statale e un evento serale al Teatro dell’Arte della Triennale, patrocinato dal Comune di Milano. Molta soddisfazione da parte della moglie, Laura Valente, per il lavoro realizzato: "L'esigenza, dopo cinque anni di silenzio discografico, è stata quella di creare un compendio del patrimonio musicale e letterario lasciato da Pino", tentando di dare nuova linfa, oltre che agli innumerevoli grandi successi, anche ai suoi tesori nascosti, agli incontri musicali più riusciti e alla sua straordinaria” attitudine live, propria del grande cantante e dell'uomo sensibile e autentico che era".

 

Oreste Roberto Lanza