Evento organizzato dal locale Torino Club per la presentazione del libro “Il Grande Torino- gli immortali”

Diverse le iniziative svoltesi a Melfi in occasione della quarta edizione del Memorial Mauro Tartaglia educatore, amministratore pubblico e animatore civile. Tra le tante, quella organizzata dal locale Torino Club per la presentazione del libro del giornalista Alberto Manassero “Il Grande Torino- gli immortali”. Ospite d’onore il grande bomber granata Paolino Pulici: 172 gol totali con la maglia del Torino, primatista dei marcatori del club granata di tutti i tempi, soprannominato Puliciclone o, più affettuosamente, Pupi. Dal 1990 insegna il gioco del calcio presso la Società Sportiva Tritium 1908, a Trezzo sull'Adda in provincia di Milano, occupandosi della scuola calcio che porta il suo nome.

Il Torino lo acquistò nel 1967 dal Legnano inserendolo nella formazione Primavera. L'allenatore Edmondo Fabbri lo lanciò come titolare nella stagione 1968-1969 nella partita Torino-Cagliari (0-0). Paolo Pulici ha parlato soprattutto ai tanti ragazzi di varie scuole della città che sognano un futuro nel mondo del calcio. Un dialogo con il quale ha riportato in superficie quei valori che hanno consegnato alla storia il suo Torino campione d’Italia in quella fatidica traversata del 1975/76. Il primo scudetto dopo la tragedia di Superga dove l’11 granata in 30 presenze realizzo ben 21 reti.

“A me hanno detto prima di arrivare in Serie A – sottolinea Paolo Pulici - se te quando vai in campo rispetti gli avversari, anche loro rispettano te. Questa è una veramente giusta”. Sala piena per raccontare il grande Torino , la leggenda degli immortali raccontata dal giornalista di Tutto Sport Alberto Manassero nelle sue oltre duecento pagine dove ci sono annedoti, storie e vittorie del presidente Ferruccio Novo e del grande Valentino Mazzola. La presentazione del libro è stato anche l’occasione per conferire a Manassero il premio giornalistico “Cuore granata”.

 

Oreste Roberto Lanza