logo bn ultimo

 

Una manifestazione nata con l’obiettivo specifico di creare una rete di stakeholders dell’artigianato e delle produzioni agroalimentari

Si è conclusa con i risultati di presenze e riscontri positivi, la prima edizione del Festival della Sostenibilità a Rotondella, evento inserito nel percorso “ORA, parliamo di noi”. Una manifestazione nata con l’obiettivo specifico di creare una rete di stakeholders locali e non (associazioni, enti pubblici, cittadini, imprese) per la diffusione di buoni modelli di crescita e conservazione dell’artigianato e delle produzioni agroalimentari tradizionali, promuovendo azioni e buoni esempi di sostenibilità ambientale e turismo sostenibile. Oltre alle organizzazioni Confartigianato Matera, CIA Agricoltori Italiani, Slow Food Magna Grecia e ProLoco Rotondella era presente tutto il sistema “Ambiente Basilicata” con l’Assessore Regionale Gianni Rosa e i Dirigenti di Alsia, Farbas, Egrib; Arpab, Comunità del Cibo, GAC FLAG Coast to Coast, Oprol, Città dell’Olio, Città di Matera e naturalmente il GAL Start2020 con il Comune di Rotondella sostenitori dell’azione nell’ambito delle attività “Ultimo Miglio”. Una giornata condotta da Agostino Marottoli esperto di Turismo Sostenibile e due big della comunicazione sostenibile Peppone Calabrese (conduttore Linea Verde Rai Uno) e Ludovica Casellati (direttrice dei magazine Viaggi in Bici e Viaggi del Gusto).

Le conclusioni della giornata hanno posto il piccolo comune jonico sul piedistallo nazionale con la presenza e il contributo di Alessandro Mastrocinque Presidente delle 5mila sedi CAF di CIA e Davide Peli Presidente Giovani Confartigianato Impresa che ha sottolineato l’importanza dell’artigianato per lo sviluppo delle aree interne e dei piccoli borghi. “Anche Steve Jobs era un artigiano – ha esordito il Presidente dei Giovani di Confartigianato Impresa – sottolineando che la ripartenza post-covid19 e il cambio di paradigma nel modello di sviluppo per un’Italia più sostenibile sul piano economico, sociale e ambientale debba partire necessariamente dal mondo imprenditoriale”. Il Presidente Nazionale dei Giovani Artigiani si è soffermato sulla necessità di accelerare il decoupling tra crescita economica e pressione ambientale, per affrontare la dimensione sociale della transizione ecologica del sistema produttivo, per favorire lo sviluppo dei territori e la loro resilienza e per promuovere un modello economico orientato allo sviluppo sostenibile. Rosa Gentile – Dirigente Nazionale Confartigianato – nel ringraziare Davide Peli per la presenza a Rotondella, ha ribadito l’importante ruolo della piccola bottega artigiana per lo sviluppo sostenibile dei piccoli borghi.

 

Durante le attività è stato proiettato il docufilm di comunità Rotondella realizzato da Giuseppe Losignore e Rudy Marranchelli e non sono mancate le “incursioni” sul palco e tra la gente dei personaggi che animeranno le passeggiate circolari nel borgo a caccia della Monachella dispettosa, con un nuovo appuntamento sabato 9 ottobre 2021 con partenza alle ore 17.00 da C.so Garibaldi. La giuria del Premio V. Valicenti composta da Annibale Formica (Presidente Comunità del Cibo del Pollino) Marta Valicenti (Agronoma, nipote di Vincenzo Valicenti) Filippo Radogna (Giornalista, autore della biografia di V.Valicenti) e Presieduta da Agostino Marottoli (Immaginario Turistico LAB) “per la cura di un rapporto equilibrato tra terra, tradizioni e comunità e per la crescente propensione alla ricerca innovativa nel condurre la transizione ecologica” ha riconosciuto la storia dell’imprenditore vitivinicolo siciliano Gianfranco Maltese vincitore del Premio Vincenzo Valicenti 2021.