logo bn ultimo

 

Tante le sottoscrizione alla petizione per il cambiamento climatico

Valsinni, in provincia di Matera, aderisce alla raccolta delle firme per la petizione “Pianeta sano, persone sane” promossa dal Masci (movimento adulti scout cattolici). Una raccolta di firme con cui la comunità di Valsinni chiede ai leader del mondo, riuniti prima in Italia per il G20 e successivamente a Glasgow con la Cop 26, di accelerare verso un piano d'azione più efficace per la lotta al cambiamento climatico. Una petizione con vari punti imprescindibili, iniziando nel riconoscere innanzitutto che il cambiamento climatico indotto dall’uomo e la biodiversità sono parte di una stessa crisi. Sostenere l’accordo di Parigi per limitare il riscaldamento, riconoscere il debito ecologico delle nazioni ad alto reddito accettando di riformare il sistema finanziario con la cancellazione del debito, fermare tutte le infrastrutture di combustibili fossili indirizzando le risorse finanziarie verso l’energia rinnovabile con approcci verso l’agricoltura agro-ecologica socialmente responsabile. Importante la priorità verso i diritti umani, da quelle delle popolazioni indigene e delle comunità locali per il clima e la biodiversità.

 

Una raccolta di firme avvenuta nella “tenda di Abramo” (un riferimento nel libro della Genesi) dove in tanti si sono recati per sottoscrivere un documento di indubbio valore per il futuro di tutte le popolazioni del mondo. I sottoscrittori, anche in Basilicata, in particolar modo a Valsinni, hanno voluto mettere in luce come l’iniziativa sia un modo per essere fermento nella società e per pensare al futuro delle prossime generazioni. A Valsinni la Tenda di Abramo è stata un’occasione per riflettere sul mondo sul fatto che tutto è connesso e sull’impegno che ognuno può mettere, soprattutto per modificare i propri stili di vita.

 

Oreste Roberto Lanza