logo bn ultimo

 

L’Atp di Basilicata fornirà il proprio supporto per illustrare le potenzialità del territorio

Si avvicina la conclusione dell’esposizione universale di Dubai, evento che ha avuto come tema di fondo: “connettere le menti, creare il futuro”. La Basilicata con la sua vetrina di promozione turistica, dal 21 e fino al 26 marzo, avrà l’occasione per uno scambio tra tour operator nazionali ed internazionali con un attenzione sul tema dell’acqua, dello sviluppo e dell’innovazione in rapporto con le risorse turistiche della Lucania. A dare il proprio supporto di competenza l’Apt, l’Agenzia di promozione territoriale, con il suo direttore Antonio Nicoletti, che illustrerà le numerose potenzialità del territorio lucano: dall’offerta di luoghi ampi immersi in una natura incontaminata, spiagge estese e pulite e strutture ricettive di qualità, che rappresentano un’idonea soluzione di vacanza. Un appuntamento di persone, cultura, bellezza del territorio per sensibilizzare, da un lato le comunità e le amministrazioni su questi temi e dall’altro spronando i piccoli comuni delle aree interne a pensare in modo diverso con una prospettiva più ampia, con uno sguardo rivolto a scenari nazionali ma soprattutto internazionali.

 

Il risultato positivo pare scontato visto che l’evento si svolgerà nei pressi dei padiglioni dedicati al Giappone, Germania e agli Stati Uniti d’America, i cui cittadini mostrano da sempre interesse verso la Basilicata. Nei prossimi giorni, poi, è previsto la presentazione di un consuntivo della presenza lucana ad Expo 2020 da parte del Presidente della Giunta Regionale Vito Bardi: la somma impegnata dal dipartimento attività produttive della regione Basilicata è stata di ben oltre 380 mila euro; il 30 per cento versato subito, il successivo 60 per cento a giugno 2021 e la restante parte, il 10 per cento verrà versata dopo il 31 marzo a conclusione ufficiale dell’evento.

 

Oreste Roberto Lanza