logo bn ultimo

 

Domani tante le iniziative in programma. Inaugurazione a Matera della nuova sede, bambini protagonisti a Maschito

Torna puntuale anche quest'anno l'appuntamento con la Giornata mondiale del donatore di sangue in programma domani in tutto il mondo. “Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite” è il claim scelto quest'anno dall’Organizzazione mondiale della Sanità per celebrare una giornata che ha l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della donazione di emocomponenti e, soprattutto, di sottolineare l’impegno fondamentale di chi, gratuitamente, compie questo gesto solidale a favore di tanti pazienti. Un vero e proprio supporto strategico per tutti i sistemi sanitari nazionali. Per l'occasione in Basilicata diverse le iniziative organizzate dalle Avis locali.

Si è partiti sabato e domenica con raccolte speciali organizzate a Nova Siri, Scanzano Jonico, Corleto Perticara, Campomaggiore, Lavello, Tolve, Marsicovetere, Ferrandina, Grottole, Senise e Potenza. Domani toccherà a Venosa, Lauria e Roccanova, mentre mercoledì a Pescopagano e giovedì a Matera e Potenza. Inoltre, domani una giornata di consulenze nutrizionali gratuite è stata programmata dall'Avis di Pomarico per l'intera giornata, una festa in piazza in serata a Pisticci, e una mostra di disegni realizzata dai bambini di prima e seconda elementare a Maschito. Sempre domani prevista l’inaugurazione della nuova sede Avis di Matera, alle ore 20.00, in via Conversi n.54, nella zona nord della città. “ Quella di domani – spiega il presidente di Avis Basilica, Sara De Feudis – vuole essere un'occasione per ringraziare i tanti donatori di sangue della Basilicata e creare una più ampia consapevolezza pubblica della necessità di una donazione di sangue regolare e non retribuita, ma anche per sottolineare la necessità di una donazione di sangue impegnata tutto l’anno, per mantenere forniture adeguate e raggiungere l'universalità e la tempestività di trasfusioni di sangue sicure, riconoscere e promuovere il valore della donazione volontaria di sangue non retribuita nel rafforzare la solidarietà e la coesione sociale della comunità e infine ringraziare i tanti volontari Avis grazie ai quali – conclude la De Feudis- possiamo ogni giorno portare avanti la nostra attività”. La ricorrenza di domani è stata istituita nel 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in concomitanza con l’anniversario della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rhesus.