logo bn ultimo

 

La Pro Loco di Rivello ospiterà gli amici terlizzesi per venerare insieme la madonna di Sovereto

Nella giornata nazionale delle Pro Loco, prevista per domenica 10 luglio, per ricordare dell’impegno per valorizzare e animare i territori, promuovere i prodotti tipici, tutelare e valorizzare le tradizioni, emerge una interessante iniziativa tra la Pro Loco pugliese di Terlizzi, in provincia di Bari, e quella lucana di Rivello in provincia di Potenza. Un vero gemellaggio legato alla madonna di Sovereto. Il Santuario che si trova a soli 4 chilometri dalla cittadina barese, della metà del XII secolo, sorge sulla cavità ipogea del Sovero luogo dove fu trovata l'icona della Vergine con il Bambino, custodita oggi nella chiesa. Le pagine di storia del borgo di Rivello raccontano di un rivellese, Pasquale Priante, commerciante ambulante di vasellame, e oggetti in rame, che recandosi alla fiera della madonna di Sovereto che si celebra ogni 23 e 24 aprile, un malanno lo colse di sorpresa tanto da doversi fermare in città per un mese.

In quella circostanza di debolezza prego la madonna promettendo che alla sua guarigione avrebbe costruito una cappellina in suo onore sul tragitto di casa dal paese alla contrada dove abitava oggi chiamata Pignataro. Cosi fu: sul tragitto dal paese alla sua masseria costruì una cappellina votiva. A distanza di poco tempo il Priante si salvò dalle baionette napoleoniche pregando nuovamente la Madonna di Terlizzi, per questo decise di costruire proprio nella località di sua residenza una grande cappella come ringraziamento per l’ulteriore grazia ricevuta. Per questo il prossimo 10 luglio la pro Loco di Rivello ospiterà gli amici terlizzesi per venerare insieme la madonna di Sovereto.

Il percorso di “Pasquale Priante” così definita l’iniziativa, giunta per il 2022 al secondo anno, che parte dal centro storico fino ad arrivare sul colle che ospita la cappella. Soddisfazione da parte dei protagonisti dell’avvenimento, in particolar modo IL presidente della Proloco di Rivello, Maria Carmela Florenzano: la Proloco cittadina è sempre attenta a conservare e tramandare le antiche tradizioni come le vie dei presepi, i cibi tradizionali che hanno ottenuto il riconoscimento PAT nel 2022 tra i quali “‘o pzzetto chien di Rivello”, “a cuccia e ucuniglj chie”. Anche questo incontro tra Terlizzi e Rivello, che si ripete in questo periodo, tra storia, cultura e fede è per tutti noi un momento veramente importante”.

 

Oreste Roberto Lanza