logo bn ultimo

 

Caradonna: “Alla scoperta della nostra origine, per conoscere meglio la storia della nostra comunità”

“Le vie dell’acqua e della fede” un appuntamento organizzato per il prossimo 18 settembre dall’associazione culturale Intercomunale “Rinascita” di Gallicchio, comune in provincia di Potenza, per raccontare il territorio, la storia, le tradizioni, le forti identità di questo luogo. Un cammino di una giornata sulle vie dell’acqua e della fede, due fattori importanti della storia dell’uomo.

 

L’acqua da sempre simbolo potente che assume significati differenti che riguardano momenti di passaggio più importanti dell’esistenza, della vita, della rinascita e della purificazione. L’acqua come punto di riferimento nella fede, in particolare nel Cristianesimo essendo associata al battesimo, uno dei sacramenti più importanti. Nella vita di Gesù, testimoniata dai Vangeli, molti sono i miracoli legati all’acqua, come la trasformazione dell’acqua in vino durante le nozze di Cana, la camminata sulle acque a Tiberiade, la pesca miracolosa. “Abbiamo pensato ad un cammino – sottolinea Maria Caradonna, presidente dell’associazione “Rinascita” promotrice dell’appuntamento culturale- alla scoperta della nostra origine, per conoscere meglio la storia della nostra comunità.

 

Gallicchio come ben si sa è stato luogo che ha ospitato i monaci Basiliani e che ricorda bene la distruzione di Gallicchio Vetere ad opera dei Saraceni”. Un ponte che parte dall’acqua per arrivare alla fede: “Proprio cosi, i grandi insediamenti urbani sono nati sulle strade di sorgenti e fiumi e dove proprio su queste strade sono nate punti di riferimento religioso”. Una prima edizione di un avvenimento culturale diverso dal solito promosso da un’associazione nata nel 2008 tra i comuni di Missanello, Guardia Perticara, San Martino d’Agri e appunto Gallicchio, alla scoperta di luoghi di vita dove generazioni passate hanno lasciato tracce di un vissuto importante: “Come la nostra fontana vecchia, luogo di ritrovo delle donne del posto per lavare la propria biancheria lenzuola, federe, tovaglie e asciugamani abiti e tessuto intimo. Un luogo di confronto ma anche di condivisione di momenti felici ma anche di attimi particolari”. Un cammino insieme con Isabella Abate, guida dell’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) che accompagnerà il gruppo all’interno del territorio illustrando loro le caratteristiche ambientali e culturali dell’area visitata. Il raduno è previsto per le 14,45 in piazza Papa Giovanni XXIII.