logo bn ultimo

 

Dina Sileo: “Residenze d’artista strumento strategico per far conoscere e valorizzare il nostro territorio”

Con il progetto “Il filo immaginario” la compagnia Gommalacca Teatro, si è aggiudicato il bando per residenze “Artisti nei territori” della Regione Basilicata. Dopo la firma del protocollo d’intesa con il comune di Potenza si procederà all’atto esecutivo che porterà alla realizzazione a Potenza di tre residenze artistiche nei mesi di novembre e dicembre 2022 e per gli anni 2023 e 2024, con l’utilizzo del Centro Sociale di Malvaccaro per attività di residenze artistiche, laboratori e spettacoli dal vivo. Grande soddisfazione da parte di tutti gli addetti della compagnia teatrale potentina per il risultato ottenuto, in particolare da parte della direttrice artistica Carlotta Vitale: “Il filo immaginario” il titolo del nostro progetto che evoca la nostra concezione delle residenze come opportunità di scambio, relazione, creatività, in cui i percorsi artistici si intrecciano con le storie dei territori e delle comunità che li abitano”. Sulla stesa frequenza anche Mimmo Conte, direttore organizzativo della compagnia: il luogo principale della residenza artistica sarà il Centro Sociale di Malvaccaro.

 

Grazie che si potrà utilizzare per attività di residenze artistiche, laboratori, spettacoli dal vivo, incontri e workshop dedicati a tutta la comunità, con particolare attenzione per l’infanzia e la gioventù. Partiremo da subito, ospitando entro la fine dell’anno tre artisti differenti, tra fotografia, arte visiva e drammaturgia”. Compiacimento anche dalla consigliere regionale Dina Sileo da tempo sostenitrice del bando “Artisti nei territori”: “all’interno dei piani dello spettacolo, la Regione Basilicata ha inteso inserire le residenze d’artista, in quanto strumento strategico per far conoscere e valorizzare il nostro territorio. Di grande importanza sarà il coinvolgimento di artisti provenienti da altri territori, che, inserendosi e integrandosi in una comunità, potranno sviluppare un progetto artistico unitamente alla compagnia dello spettacolo lucana che lo promuove, creando innovazione e produzione culturale”.

 

Insieme con la regione Basilicata il comune di Potenza che attraverso il protocollo di intesa metterà a disposizione il centro sociale di Malvaccaro, come indicato dall’assessore comunale alle Politiche giovanili Vittoria Rotunno: “il comune di Potenza ha deciso di sposare il progetto con l’intento di rivitalizzare e di rilanciare il Centro Sociale di Malvaccaro, uno dei luoghi simbolo della città di Potenza e della sua rinascita post-terremoto. Attraverso le residenze artistiche, vogliamo che torni ad essere uno spazio di comunità e di cultura, soprattutto perché collocato all’interno di un’area periferica della città, per segnare un punto di partenza rispetto a una programmazione da estendere nel corso degli anni”.

Oreste Roberto Lanza