logo bn ultimo

 

 

Un libro come supporto per un viaggio stimolante nel grazioso paese arroccato sul fiume Sinni

Fino al 1873 si chiamava Favale ("terra ricca di sorgenti”), poi Valsinni nome che deriva dal fiume che scorre nelle sue vicinanze, il Sinni. Valsinni, in provincia di Matera. A far da sfondo a questo bellissimo borgo il Castello di Isabella Morra posto sul punto più alto del borgo antico, i cui vicoli si snodano in file concentriche e sovrapposte ai suoi piedi, di aspetto aragonese ma già esistente in epoca medioevale, fu presumibilmente edificato su una preesistente fortificazione longobarda. Sono ancora conservati opere, documenti e scritti testimonianti la vicenda esistenziale e la solitudine della poetessa che lì visse. A raccontare questo e altro è in libreria il libro della professoressa Rosa Carmen Zaccone, insegnante di Lettere nelle scuole superiori, laureata in Archeologia “D’un alto Monte- Valsinni tra storia, archeologia e poesia” edito da Villani editore, una vera guida per semplici visitatori che vogliono conoscere e approfondire le ricchezze di questo importante comune materano. Luogo di incanto storico dove il monte Coppola gli fa da sfondo:“rifugio, come racconta la professoressa Zaccone, della grande poetessa lucana Isabella Morra si recava per guardare oltre i confini del feudo alla ricerca, con il suo sguardo della nave che riportasse a casa l’amato padre, esule in Francia”. Pagine di storia, poesia e l’archeologia, quest’ultima, attraverso percorsi per raggiungere siti che conservano le testimonianze del passato. “Una guida agile, come indicato dal professore Lorenzo Quilici - non solo per chi vuole visitare Valsinni, ma per gli stessi abitanti della cittadina”. In oltre cento pagine, divise cinque sezioni l’autrice illustra, con buona sintesi, le aree del borgo nelle sue specificità. L’area archeologica ad Est: il Pizzo, la Cappella di San Nicola, la Fontana del Serpe, la Timpa del Ponto; area archeologica a Sud :la valle del donne ( sul fianco occidentale del Castello un tempo colonizzato dagli arabi), la fontana Licciardi, Iazzi di San Fabiano, la chiesetta di San Michele e di Sant’Andrea; l’Orga(nome di un canale che attraverso il borgo sotto il manto stradale) la nuova parte urbana: la cappella del Carmine, l’Epitaffio di Isabella Morra, il monumenti ai caduti, la biblioteca comunale; Il centro storico : Palazzo Melidoro, la Cappella dell’Annunziata, la chiesa Madre di Santa Maria Assunta, Palazzi De Matteis, Arena, Rinaldi e poi il Castello Medievale; infine la descrizione di molti siti alternativi. Un nuovo viaggio, diverso dal solito, verso un territorio forse noto ai tanti ma non veramente indagato con gli occhi della più insaziabile curiosità. Il bello di questo libro è che una persona cresciuta in questo posto senta la necessità di scrivere del proprio paese di richiamare l’attenzione non solo dei visitatori ma soprattutto dei propri cittadini a studiare e conservare tesori di vita, nutrimento della memoria storica per le generazioni future. Questa è questione vera per salvaguardare le identità di questo silenzioso territorio.

 

Oreste Roberto Lanza


POLITICAPIU' LETTIULTIMI ARTICOLI

Image In Basilicata pronti a vaccinare giovani e ragazzi fra i 12 e i 19 anni
Giovedì, 29 Luglio 2021
  A Chiaromonte e Maratea tamponi per la campagna "Turismo Covid-free". Si prepara il ritorno a scuola in sicurezza Read More...
Image Castelluccio: Campanella torna a fare il sindaco e si ricandida alle amministrative di autunno
Giovedì, 29 Luglio 2021
   “Sono fiducioso della magistratura, il popolo resta sovrano a cui chiederò una nuova fiducia” Read More...
Image È Giuseppe Nicola Crocco il nuovo presidente dell’Alleanza delle cooperative Basilicata,
Mercoledì, 28 Luglio 2021
  "Cooperare significa puntare a uno sviluppo sostenibile, sul piano economico, ambientale e sociale" Read More...
Image PO Val d'Agri. Prolungati i termini del bando a sostegno delle imprese
Mercoledì, 28 Luglio 2021
  C'è tempo fino al 16 agosto 2021. Cupparo: rinnovo invito a partecipare a piccoli commercianti e artigiani Read More...
Image Schema idrico Basento-Bradano: 85 mln di euro per il Distretto G
Martedì, 27 Luglio 2021
  Riguarda il completamento delle opere per l'irrigazione di un'area di 13 mila ettari Read More...

sponsor

Sponsor