logo bn ultimo

 

Complessivamente sono 416 gli indagati: accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione e usura

Una maxi operazione dei Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Vibo Valentia è in corso per l'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare del gip di Catanzaro su richiesta della Dda a carico di 334 persone. L'operazione 'Rinascita-Scott' ha disarticolato tutte le organizzazioni di 'ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi. Complessivamente sono 416 gli indagati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio e altri reati aggravati dalle modalità mafiose. Politici, avvocati, commercialisti, funzionari infedeli dello Stato e massoni figurano tra gli arrestati della maxi operazione condotta all'alba dai carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Vibo Valentia con il coordinamento della Dda di Catanzaro. Tra loro anche l'avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli.

"E' la più grande operazione dopo il maxi processo di Palermo". Così il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri sintetizza l'operazione che ha portato a 334 arresti tra i quali politici, avvocati, commercialisti e massoni. "Abbiamo disarticolato completamente le cosche della provincia di Vibo - ha aggiunto - ma ha interessato tutte le regioni d'Italia, dalle Alpi alla Sicilia". Tra queste anche la Basilicata, con contatti delle cosche calabresi con clan lucani, nelle estorsioni e traffico di droga. Nell'ordinanza ci sono 250 pagine di capi di imputazione. "E' stato un grande lavoro di squadra fatto dai carabinieri del Ros centrale, di quello di Catanzaro, e del Comando provinciale di Vibo Valentia".
Oltre a Pittelli, accusato di associazione mafiosa, tra gli arrestati nell'operazione "Rinascita-Scott", c'è il sindaco di Pizzo e presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo, eletto col Pd e ultimamente avvicinatosi al sindaco di Cosenza di Fi Mario Occhiuto del quale sostiene la candidatura a presidente della Regione, l'ex consigliere regionale del Pd Pietro Giamborino (ai domiciliari) e il segretario del Psi calabrese Luigi Incarnato (domiciliari). Il gip ha imposto il divieto di dimora in Calabria per l'ex consigliere ed ex assessore regionale del Pd Nicola Adamo, indagato per traffico di influenze. Tra gli arrestati c'è anche l'ex comandante del reparto operativo dei carabinieri di Catanzaro Giorgio Naselli, adesso comandante provinciale a Teramo.

 


POLITICAPIU' LETTIULTIMI ARTICOLI

Image Gli auguri di Bardi al neo presidente Anci Andrea Bernardo
Venerdì, 23 Luglio 2021
  "Sono certo che saprà guidare con serietà e autorevolezza l'associazione dei comuni" Read More...
Image Salute: per la Basilicata 25 milioni per la ricerca e l'ambiente
Venerdì, 23 Luglio 2021
  Si tratta di fondi relativi agli accordi di compensazione con le compagnie petrolifere Read More...
Image Andrea Bernardo eletto presidente Anci Basilicata. Le congratulazioni del Presidente Marrese
Venerdì, 23 Luglio 2021
   “Dare continuità al lavoro istituzionale svolto in questi anni in piena sintonia tra Upi e Anci” Read More...
Image Procedono speditamente i lavori sulla Tito-Brienza
Giovedì, 22 Luglio 2021
    L’assessore regionale Merra ha effettuato oggi un sopralluogo sul cantiere Read More...
Image Scuola di restauro materana: corso di studi qualificato e riconosciuto a livello internazionale
Giovedì, 22 Luglio 2021
  “Ha guadagnato in questo primo quinquennio importanti riconoscimenti anche a livello internazionale” Read More...

sponsor

Sponsor