logo bn ultimo

 

Gli artificieri hanno provveduto a spostare l'ordigno di qualche metro per farlo brillare in sicurezza 

Un residuato bellico inesploso è stato trovato casualmente da alcuni escursionisti nell'area del Parco del Pollino. L'ordigno, che si trovava in località "Timpone Dolcetti", segnalato ai carabinieri forestali di Morano Calabro, è stato subito identificato dagli esperti artificieri dell'Esercito come munizione bellica inesplosa. Gli specialisti della Compagnia Genio del 21/mo Reggimento di stanza a Castrovillari sono intervenuti sul posto assieme a personale della Croce rossa militare e dai carabinieri per dare attuazione alla procedura di neutralizzazione disposta dalla Prefettura di Cosenza.

 

Dopo l'identificazione della munizione, una granata di artiglieria inglese da 88 mm, lanciata e inesplosa, gli artificieri hanno provveduto a spostare l'ordigno di qualche metro per farlo brillare in sicurezza. La zona è stata successivamente bonificata e riportata alla condizione originaria con la rimozione dei materiali di risulta.


POLITICAPIU' LETTIULTIMI ARTICOLI

Image Gli auguri di Bardi al neo presidente Anci Andrea Bernardo
Venerdì, 23 Luglio 2021
  "Sono certo che saprà guidare con serietà e autorevolezza l'associazione dei comuni" Read More...
Image Salute: per la Basilicata 25 milioni per la ricerca e l'ambiente
Venerdì, 23 Luglio 2021
  Si tratta di fondi relativi agli accordi di compensazione con le compagnie petrolifere Read More...
Image Andrea Bernardo eletto presidente Anci Basilicata. Le congratulazioni del Presidente Marrese
Venerdì, 23 Luglio 2021
   “Dare continuità al lavoro istituzionale svolto in questi anni in piena sintonia tra Upi e Anci” Read More...
Image Procedono speditamente i lavori sulla Tito-Brienza
Giovedì, 22 Luglio 2021
    L’assessore regionale Merra ha effettuato oggi un sopralluogo sul cantiere Read More...
Image Scuola di restauro materana: corso di studi qualificato e riconosciuto a livello internazionale
Giovedì, 22 Luglio 2021
  “Ha guadagnato in questo primo quinquennio importanti riconoscimenti anche a livello internazionale” Read More...

sponsor

Sponsor