Una Reliquia “ex massa corporis” del Santo rimarrà alla Parrocchia a imperitura memoria

La parrocchia Sant’Antonio di Padova di Montegiordano Centro e tutta la cittadinanza si apprestano ad accogliere, con una grande festa, le Reliquie di Sant’Antonio di Padova, suo Santo Patrono, da venerdì 13 a domenica 15 maggio. Le due Reliquie “ex massa corporis”, estratte dalla tomba di Sant’ Antonio nella ricognizione del 1981, saranno accolte dalla comunità parrocchiale, guidata da don Nicola Mobilio, e dalle autorità civili. Diversi saranno gli eventi religiosi e di aggregazione ispirati alla vita del Santo durante la tre giorni della “Peregrinatio Antoniana”. La festa di accoglienza sarà venerdì 13 maggio alle ore 17:00 all’ingresso di Montegiordano Centro. Da qui si snoderà la processione verso la Chiesa Madre, dove verrà celebrata la Santa Messa. In serata è prevista una veglia di preghiera e catechesi. Sabato 14 maggio le Reliquie saranno esposte alla venerazione dei fedeli per tutta la giornata. I Padri francescani conventuali, padre Giovanni Milani e padre Daniel Fecheta, nella loro missione popolare di evangelizzazione, faranno visita agli ammalati e incontreranno nel pomeriggio i bambini con le famiglie e in serata i giovani.

Domenica 15 maggio, nell’ultimo giorno della “Peregrinatio Antoniana”, alle ore 11:00 sarà celebrata la Solenne Messa presieduta da S. E. Mons. Francesco Savino, Vescovo della Diocesi di Cassano all’Jonio. In questa occasione sarà consegnata la Reliquia “ex massa corporis”, che resterà a imperitura memoria presso la parrocchia. In serata, dopo la messa delle 18:00, con una fiaccolata nei pressi della chiesa e una festa conclusiva, la comunità montegiordanese saluterà le Reliquie del suo Patrono che faranno ritorno nella città di Padova. "L'arrivo delle Reliquie di Sant’Antonio nella nostra parrocchia è un momento di ringraziamento e di festa per l'intera comunità di Montegiordano - ha dichiarato il parroco don Nicola Mobilio. Il nostro ringraziamento va innanzitutto al Signore, perché continua ad operare meraviglie attraverso i Santi, uomini e donne che sono stati capaci di mettere in pratica il Vangelo. La permanenza delle Reliquie sarà l’occasione, per tutta la comunità, per incrementare il proprio amore e la propria devozione nei confronti del nostro Patrono, così che le sue virtù e i suoi esempi siano per tutti sprone a seguire la via della santità che Gesù ha già tracciato nel Vangelo.

Questo momento ci servirà anche come preparazione immediata alla Tredicina di Sant’Antonio che inizierà il 31 maggio e che quest'anno, finalmente, vivremo senza le restrizioni dovute all'emergenza sanitaria ", ha concluso don Nicola. “La notizia dell’arrivo delle Reliquie di Sant’Antonio di Padova a Montegiordano, accompagnate nella chiesa a Lui intitolata dalla presenza di due frati minori conventuali della Basilica di Padova, è un evento che riempie di gioia e di speranza la nostra comunità - così ha commentato il sindaco dott. Rocco Introcaso. La tradizionale devozione per Sant’Antonio, radicata fortemente nella spiritualità dei montegiordanesi, è un sentimento unico e autentico che accomuna e incoraggia noi tutti a non perdere mai la speranza in questi tempi di pandemia, di guerra e di incertezza. La presenza della Reliquia ex massa corporis del nostro amato Santo Patrono sono certo che infonderà nell’animo dei montegiordanesi sentimenti di sollievo e di conforto, soprattutto in coloro che si affideranno, con la preghiera, nelle mani del Santo. Come primo cittadino di Montegiordano esprimo un sentimento di gioia e felicità infinita affinché Sant’Antonio di Padova possa proteggere la comunità tutta in questo nostro cammino della vita”.