Importante convention nazionale con i maggiori esperti del settore: scienziati, ricercatori, ma anche e soprattutto professionisti forensi

La SIC di Medicina Legale sarà protagonista al 45° Convegno Nazionale della SIMLA che si terra a Bari dal 26 al 28 maggio 2022. Durante l’importante convention nazionale, la Struttura Interaziendale diretta dal dott. Aldo DI FAZIO, porterà 5 presentazioni orali di casi riguardanti tutti gli ambiti delle scienze forensi e medico legali. I maggiori esperti del settore: scienziati, ricercatori, ma anche e soprattutto professionisti forensi (medici legali, biologi, avvocati, etc.) provenienti da ogni parte del mondo, si daranno appuntamento al 45° Congresso SIMLA, congresso itinerante organizzato ogni anno sempre in città diverse. Ancora una volta quella che verrà presentata al 45° Congresso SIMLA dalla SIC di Medicina Legale è una casistica proveniente esclusivamente dalla Regione Basilicata, sia per approfondimenti clinici sia per approfondimenti scientifici avvenuti presso le strutture della SIC di Medicina Legale di Basilicata: AOR San Carlo di Potenza, ASM Matera, Asp Potenza, IRCCS Crob di Rionero in Vulture.

Il dott. Mauro Ciavarella sarà il primo a portare, il risultato di uno studio condotto sulla tipologia di studi transitati ed approvati dal Comitato Etico Unico della Regione Basilicata e le riflessioni da esso rinvenenti. Nella sua presentazione dal titolo: “Sperimentazione clinica e medicina di genere nel periodo pandemico COVID 19, riflessioni del Comitato Etico Regionale di Basilicata” riporterà i risultati di un analisi retrospettiva condotta sugli studi approvati dal CEUR nel quadriennio 2018, 2019 e 2020-2021, con riflessioni sulle tematiche di genere. Il dott. Ciavarella offrirà un ulteriore contributo orale sulla tematica dell’Intelligenza Artificiale dall’evocativo titolo, “AI e futuro della ricerca clinica: un patto tra intelligenze”.

 

La dott.ssa Natascha Pascale porterà all’attenzione dell’assise nazionale, le procedure attuate in epoca pandemica nelle strutture della SIC di Matera e Potenza, con spunti di riflessione e criticità sull’infettività e sulla gestione delle salme COVID 19; nonché un ulteriore contributo orale relativo alla gestione delle infezioni correlate all’assistenza sotto il profilo della gestione del contenzioso medico legale. La dott.ssa Valeria Bruno offrirà il risultato dello studio congiunto delle quattro aziende cui la SIC afferisce: Aziende di Matera, Potenza e del San Carlo ed l’IRCCS Croob di Rionero in Vulture, relativamente all’attività di difesa stragiudiziale e giudiziale ed alla gestione del contenzioso medico legale. In particolare l’analisi estensiva dei casi esitati in ATP ed il ruolo svolto da una corretta assunzione tecnica medico legale della SIC. Il modello regionale della SIC di Medicina Legale Lucana rappresenta, a livello nazionale, momento di interesse e studio per la particolare capacità di affrontare le tematiche specialistiche con un unico approccio su tutto un territorio regionale.