logo bn ultimo

 

Sono stati arrestati il fratello e il nipote della vittima, nella lite ferito anche il cognato

Avrebbe accoltellato il fratello 34enne per il mancato invito alle sue nozze. I carabinieri hanno arrestato un 45enne e suo figlio 19enne, entrambi di Corato (Bari), con l'accusa di tentato omicidio in concorso. Gli indagati, la notte tra il 30 giugno e il 1 luglio, a seguito di un litigio per futili motivi scaturito dal fatto che non erano stati invitati al matrimonio del fratello più piccolo del 45enne, avrebbero aggredito fisicamente con calci, pugni e coltellate il futuro sposo e il cognato intervenuto per sedare la lite. In particolare il 19enne, incitato dal padre con frasi del tipo "daglieli forte a tutte e due", avrebbe sferrato prima un fendente al fianco dello zio e poi al futuro cognato della vittima colpendolo con tre coltellate alla schiena e perforandogli un polmone. Per entrambi i feriti le lesioni sono state giudicate guaribili in 30 giorni.

 

Le immediate indagini, coordinate dalla Procura di Trani, in pochi giorni hanno consentito di ricostruire la dinamica dei fatti e raccogliere prove sulla responsabilità dei due arrestati. Poco prima del litigio, hanno accertato i militari, era stata data alle fiamme l'auto del padre della futura sposa, poco dopo mezzanotte, al termine della serenata organizzata dal 34enne davanti casa della donna. Intorno alle 2, poi, sarebbe scoppiata la lite culminata nel duplice accoltellamento.