logo bn ultimo

 

Mauro Pulpito insieme a Valeria Graci, a Paolo Rossi premio Città di Martina Franca

Motori accesi e caldi, si parte: ecco a voi la ventiseiesima edizione del Festival del Cabaret di Martina Franca. Grandi novità, ancora giovani talenti comici da valutare, pubblico in grande fermento per l’attesa. Ancora una volta la famiglia Tagliente, in tutti questi anni di grandi sacrifici, è riuscita ad attrarre in Valle d’Itria l’attenzione della Puglia nella sua interezza con una vetrina sul panorama scenico nazionale. Il primo atto si è consumato con “l’Anteprima del Festival” nelle quattro contrada cittadine: Carpari l’11 agosto con Renato Ciardo, Ferrari il 17, con il trio potentino La Ricotta, San Paolo il 18 Nando Timoteo, e per finire a Montetullio il 24 agosto con il lucano Dino Paradiso. Grande successo di pubblico in tutte e quattro le serate con applausi continui verso comici ormai consolidati a livello nazionale. Tredicesimo anno per Fabiano Marti, autore e regista del Festival del Cabaret di Martina Franca insieme al suo caro amico Mauro Pulpito (reduce da un’esaltante stagione a “Pomeriggio Norba) che conserva il titolo in termini di presentazioni (ben 20 edizioni) e che per l’edizione 2022 sarà accompagnato Valeria Graci, conosciuta al grande pubblico nel duo Katia e Valeria, ma soprattutto come inviata di “Striscia la notizia”.

 

Giuria al gran completo con diversi nuovi innesti pronta a dare il proprio e insindacabile giudizio sui 12 giovani concorrenti. Cast eccezionale con il premio Sirio a Giobbe Covatta (venerdì 26 agosto) e il Premio Città di Martina Franca al grandissimo Paolo Rossi (domenica 28 agosto). Un turbinio di emozioni con comici ormai consolidati a livello nazionale: i “Senso d’oppio”, coppia di punta di Zelig con i sensi comuni che accompagnano la nostra vita; Francesco De Carlo, conosciuto nel programma cult “Tutta colpa della Brexit, con le sue peripezie nel Regno Unito; la raffinata comicità di Antonio Ornano, conosciuto al grande pubblico televisivo come il “Professor Ornano”, pronto a studiare l’evoluzione “dell’animale uomo”.

 

Come da tradizione passerella d’onore per il vincitore dell’ultimo festival, il barese Daniele Condotta. Protagonisti e al centro dell’evento la gara dei comici emergenti ben 12: Nikolas Albanese (Milano), Chiara Anicito (Catania), Andrea e Simone (Roma), Fabio Baldieri (Roma), Emanuele Campasano (Napoli), Enrico Paris (Roma), Stefania Pellegrino (Caserta), Ciro Salatino (Napoli), Max Samaritani (Milano), Federico San Francesco (Lecce), Giuseppe Scoditti (Bari), Andrea Zimotti (Bergamo). I suoni e musiche, come ormai prassi consolidate, saranno dell’Orchestra Mancina. Un Festival sempre atteso dalla città tra tradizione e innovazione che ha ora più che mai di andare oltre. Giovanni Tagliente ci sta pensando da te tempo: “stiamo valutando tante cose per arrivare a decisioni importanti”.

Oreste Roberto Lanza