logo bn ultimo

carmen lasorella

 

In un video il suo rammarico: ci fermiamo qui, troppi inciuci e niente di nuovo

“Ci abbiamo provato fino all’ultimo momento con caparbietà e determinazione. Ma in questo contesto sembra che non ci sia niente di più nuovo del vecchio.”
È con queste parole che la giornalista di origini lucane Carmen Lasorella, che avrebbe dovuto capeggiare la lista civica “Luce”, si ritira dalle elezioni regionali lucane del 24 marzo.
“Ci siamo anche assunto il rischio dell’incomprensione da parte di quell’opinione pubblica, quella più attenta, proprio per il senso di responsabilità di offrire un’alternativa di fronte alle frantumazioni e alle proposte oscure. Con me, persone splendide che hanno condiviso un ragionamento sulla base di ragionamenti oggettivi, ovvero facce nuove, storie forti, un modello civico sul genere dell’Abruzzo. Questa la proposta del rinnovamento concreto.”
In un video diffuso su Fb, davanti ai tavolini di un bar della piazza centrale di Matera, circondata dalla sua gente, Lasorella lancia la stoccata ai politici lucani con cui ha condiviso fin qui il percorso.

Ha prevalso l’inciucio, noi ci fermiamo qui per manifesta inagibilità del percorso! Ci sono codici che non possiamo violare e princìpi che appartengono alla nostra vita che sono la nostra storia".

Il cambiamento non basta evocarlo, bisogna condividerlo, sostenerlo, portarlo avanti insieme. Ringrazio i tanti compagni di viaggio e le persone che ho incontrato. ‘Luci’ resta, resta qui il mio impegno. Sono sempre più convinta che servano luci e che bisogna accenderle contro il buio.”


Francesco Addolorato