logo bn ultimo

 

"Una Città sporca e nauseante (non ce ne vogliano i più sensibili), una discarica a cielo aperto"

L’estate 2020 sta volgendo a termine e, per il nostro mare, si è registrato un boom di turisti. Sold out. Abbiamo effettuato un “monnezza tour estivo” e abbiamo registrato tanti disservizi per quanto riguarda il servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani. C’è praticamente di tutto, delle vere e proprie “cartoline”. Una Città sporca e nauseante (non ce ne vogliano i più sensibili), una discarica a cielo aperto. L’uso della mascherina è utile non solo a prevenire il contagio da Covid-19 ma anche a proteggere dal cattivo odore della monnezza e prevenire danni alla salute.

Siamo rammaricati dello scempio che abbiamo mostrato ai tanti turisti, non osiamo immaginare i loro commenti di fronte a così tanta spazzatura e soprattutto chissà se ritorneranno a godersi ancora il nostro splendido mare. E poi, non è possibile che esista ancora gente incivile che si disfa dei rifiuti ingombranti in maniera superficiale, poco sensibile alla tutela dell’ambiente. Insomma, una gestione dei rifiuti lacunosa e insufficiente, che continua ad essere un problema per la Città. Qualcuno deve intervenire, non possiamo più subire inadempienze contrattuali e soprattutto quando vedremo una seria raccolta differenziata?
Aspettiamo risposte concrete.

 

Ex consiglieri comunali Giacco Sabino Rocco e Merlo Maria Giovanna del gruppo politico Scanzano Libera