Il Vice Sindaco Ruggieri: “Non possiamo attendere ci rivolgeremo alla Regione”

La strada che collega il paese di Calvello alla fondovalle dell’Agri è in pessimo stato. Gli abitanti e l’amministrazione comunale chiedono interventi straordinari alla provincia di Potenza. L’arteria è divenuta negli ultimi anni di fondamentale importanza visto che collega il centro abitato al principale ospedale della zona, che è quello di Villa d’Agri. La pericolosità del manto stradale, pieno di buche e privo di segnaletica, ha indotto numerosi cittadini a rivolgersi alle istituzionali competenti per chiedere l’immediato intervento di manutenzione che manca ormai da molti anni.

 

Da tempo i fondi per la manutenzione alle strade, circa 18 milioni di euro, sono stati trasferiti dalla Regione alla provincia di Potenza, ma l’arteria di Calvello non rientra tra quelle interessate allo stanziamento. La Provincia di Potenza, tramite i suoi uffici, ha comunicato al comune che sono previsti interventi tampone e che l’intero rifacimento rientrerà certamente nel programma operativo Val D’Agri, P.O.V. Intanto la situazione sta diventando esplosiva per il disagio che cresce all’interno della popolazione. “Non possiamo attendere tutto questo tempo – dichiara il Vice Sindaco Giulio Ruggieri - anche perché la strada è attraversata sia da pendolari che da tutto il comparto del centro olio di Viggiano. In ogni caso ci rivolgeremo alla Regione depositando delle schede tecniche dell’arteria in modo da entrare a far parte dei finanziamenti provenienti dalle royalty per il periodo 2016-2020 che la regione, in parte, ha speso per altro. Questo ci permetterebbe di arrivare ad una cantierizzazione della strada per il 2022. La Provincia di Potenza nelle more, ha messo a disposizione delle somme per un rapido intervento. Appena 80 mila, sufficienti soltanto a tappare qualche buca, ma ne necessitano altri per risolvere delle piccole frane. Del resto come ogni anno, il comune si è fatto partecipe di almeno 10 metri cubi di asfalto per coprire le buche più profonde. Ma questo – conclude - non erano soldi che doveva spendere l’amministrazione comunale, visto che la strada è provinciale”.

Oreste Roberto Lanza