“L’auspicio è che Total dia una svolta concreta nelle relazioni con la Regione, i sindaci e i sindacati”

Un percorso di confronto che prevede un calendario di incontri tematici per concludersi entro due mesi con un aggiornamento del protocollo di sito “Total-Concessione Gorgoglione”, che risale al 2019, è stato concordato oggi al termine di una riunione presieduta dall’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo. La riunione, richiesta da Cgil, Cisl e Uil, oltre alla presenza di dirigenti sindacali e di alcuni sindaci in rappresentanza dei Comuni della “concessione petrolifera”, ha visto la partecipazione dell’ing. Dante Mazzoni per la Total. Al centro i punti del protocollo di intesa “per la trasparenza e la valorizzazione dell’occupazione e dello sviluppo per il sito di estrazione petrolifera Tempa Rossa” che registrano a distanza di tempo ancora varie problematiche in particolare in merito alle nuove assunzioni e al sistema di appalto e subappalto. L’assessore ha rinnovato al dirigente Total la richiesta del “pieno rispetto” del protocollo di intesa riferito alla “clausola sociale” che prevede in caso di subentro in servizi appaltati dalla società petrolifera il mantenimento dei lavoratori occupati con l’impresa precedente e le informazioni sul quadro complessivo di nuove assunzioni secondo il cronoprogramma indicato da Total sino al raggiungimento dell’ impegno nello sviluppo delle attività del Centro Olio complessivamente di 1.149 lavoratori. "Non possiamo più tollerare – ha detto Cupparo – atteggiamenti e comportamenti da parte della società che non rispettino i principi e le regole a garanzia dei diritti e delle tutele dei lavoratori dell’Indotto negli appalti a partire dalla salvaguardia occupazionale nei cambi di appalto, mantenimento delle condizioni contrattuali ed economiche, definizione e salvaguardia dei perimetri contrattuali attraverso l’applicazione dei CCNL. Inoltre Total deve fornirci un aggiornamento delle figure professionali richieste che Regione, sindaci e sindacati insistono perché siano formate in loco, attingendo alle disponibilità di giovani e alle categorie di disoccupati già specializzati o da riqualificare. La meritocrazia e il rispetto delle comunità locali – ha sottolineato – sono per noi pregiudiziali inderogabili anche nell’attuazione dei progetti “no oil” che sono in esecuzione e quelli in programma”.
Nella riunione è stato anche chiesto di fare il punto sul sistema di candidature al lavoro che Total ha individuato nella piattaforma-database Adecco, alla quale afferiscono i singoli lavoratori e le imprese che intendono proporsi per un lavoro e partecipare agli appalti. “La Giunta Regionale – ha detto l’assessore – ha fortemente voluto insediare il Tavolo della trasparenza proprio con l’obiettivo che ogni fase dell’attività di lavoro nel comprensorio Tempa Rossa-Gorgoglione sia segnata dalla massima trasparenza in modo da valutare periodicamente i benefici non solo in termini occupazionali per le comunità e i territori interessati e per l’intera regione. Si tratta di verificare come si procede in direzione del riequilibrio degli assunti dopo i lavori di costruzione del Centro Oli e per dare risposte alle aspettative alimentate. L’auspicio – ha concluso Cupparo - è che, a partire da oggi e dai nuovi impegni assunti oggi, Total dia una svolta concreta nelle relazioni con la Regione, i sindaci e i sindacati. Noi vigileremo perché ciò accada come sono certo faranno sindaci e sindacati con i quali proseguiremo l’azione comune”.