logo bn ultimo

  

E’ morto la notte scorsa nella sua casa di Roma all’età di 81 anni

Era nato ad Avigliano in provincia di Potenza l’8 maggio 1940, nel 1987 fu eletto con la Dc a Palazzo Madama, dove sedette fino al 2006 tra i banchi del Partito popolare italiano prima e della Margherita poi. Dal 1996 al 2001 è stato presidente della Commissione Bilancio del Senato. Laureato in Economia e commercio all’Università degli studi di Roma, nel 1970 Coviello fu eletto con la Dc nel primo Consiglio regionale della Basilicata. Rieletto nel 1975, nel 1980 e nel 1985, è stato anche assessore regionale e presidente dell’Assemblea lucana

Il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi:

“Con Romualdo Coviello scompare uno dei grandi protagonisti dell’idea di sviluppo autopropulsivo della Basilicata che ha creduto strenuamente nelle possibilità di crescita del nostro territorio. La sua vita e il suo impegno sono stati caratterizzati da un approccio moderno e pragmatico, praticato con fede e doti di uomo illuminato e anticipatore. A nome dell’intera Giunta regionale esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala:

“Scompare un uomo che ha dedicato la propria vita alla politica con una grande attenzione ai problemi e che si è speso per lo sviluppo della nostra regione. Rivolgo sentimenti di vicinanza alla famiglia da parte di tutta l’Assemblea” “Scompare un uomo che ha dedicato la propria vita alla politica con una grande attenzione ai problemi e che si è speso per lo sviluppo della nostra regione. Punto di riferimento per la comunità lucana si è distinto per l’affidabilità di un dialogo sempre costruttivo e per aver maturato importanti ruoli istituzionali”. A nome mio e dell’intera Assemblea regionale esprimo ai suoi familiari sentimenti di profondo cordoglio. Così il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala. Nato ad Avigliano nel 1940, Romualdo Coviello è stato eletto consigliere regionale sin dalla prima legislatura, ricoprendo la carica di assessore all’Agricoltura e in seguito quella alla programmazione economica e sul finire della terza e nel corso della quarta legislatura è stato eletto Presidente del Consiglio regionale della Basilicata. Altrettanto intensa l’esperienza maturata nel Parlamento italiano. Dalla X alla XIV legislatura è stato eletto Senatore ed è stato anche Segretario della Commissione per gli interventi nel Mezzogiorno.

Il cordoglio dell’Università degli studi della Basilicata:

L'Università degli studi della Basilicata partecipa al dolore per la scomparsa dell’ex Senatore Romualdo Coviello. Coviello è stato professore di Economia e Politica Agraria nell’Ateneo lucano e componente del Comitato Tecnico Amministrativo, primo “motore di governo” del percorso di avvio dell’Università della Basilicata, istituito circa un anno dopo la legge 219 del 1981.

Il cordoglio del Consigliere regionale Roberto Cifarelli (PD):

Ci lascia un altro pezzo di storia della Basilicata. Romualdo Coviello è stato un protagonista autentico della vita politica e culturale lucana. Innamorato della sua terra ed esperto di politiche di sviluppo, da consigliere regionale, da assessore e da parlamentare si è sempre battuto con passione e coraggio per la crescita della Basilicata e del Mezzogiorno. Con gli anni ha sempre dispensato consigli e proposte ai più giovani, soprattutto in stagioni molto complesse dal punto di vista economico e sociale. Lo ricorderemo sempre per lo slancio vitale che trasmetteva e per la capacità di coinvolgimento in percorsi politici innovativi. Un abbraccio alla famiglia ed un ultimo saluto a te Romualdo.

Il cordoglio della Cisl Basilicata:


“Romualdo Coviello è stato un protagonista indiscusso della politica lucana che ha improntato il proprio impegno accademico e istituzionale ad una visione innovativa e pragmatica dello sviluppo economico della Basilicata e del Mezzogiorno d’Italia. Con la sua scomparsa la nostra regione perde un vero riformatore sociale e un punto di riferimento culturale e politico per quanti si ispirano ai principi dell’economia sociale di mercato. Alla famiglia del Sen. Coviello va il cordoglio di tutta la Cisl lucana”. Lo ha detto stamane il segretario generale della Cisl Basilicata Vincenzo Cavallo.

Il cordoglio del senatore Pasquale Pepe:

“Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa dell’ex senatore lucano Romualdo Coviello, venuto a mancare nella notte scorsa a Roma all’età di 81 anni. Laureato in Economia e commercio, poi docente presso l’Università degli Studi della Basilicata, ha associato all’impegno accademico quello politico. Il suo cursus honorum lo ha visto membro del primo Consiglio regionale della Basilicata e, successivamente, assessore e presidente di quella stessa assise. Eletto al Senato della Repubblica nel 1987 con la Dc, verrà riconfermato a Palazzo Madama fino al 2006, sotto le insegne partitiche germinate dall’esperienza democristiana, ricoprendo il ruolo di presidente della Commissione Bilancio per un quinquennio. Ne ricordo la dedizione all’approfondimento scientifico e l’impegno politico e istituzionale”.

Il cordoglio di Italia Viva Basilicata:

Ricordare la figura di Romualdo Coviello, oggi scomparso, è un dovere per tutti i lucani e lo è per il partito intero di Italia Viva. La sua presenza in nella vita politica lucana è stata forte ed incisiva, non solo nelle aule del Consiglio Regionale ma anche in quelle parlamentari oltre che vita politica e nella società lucana degli ultimi 40 anni. Ha dispensato idee, consigli e animato confronti con tutti. Sino all’ultimo, con un atteggiamento da leader politico intelligente e sempre cortese e gentile, soprattutto sempre disponibile. Ha avuto un ruolo fondamentale per la crescita della nostra agricoltura, professore di Economia e Politica Agraria nell’Ateneo lucano, eletto nel primo consiglio regionale e quindi con la sua esperienza importante da Assessore regionale, ai tempi del suo amico e indimenticabile Decio Scardaccione e infine da senatore. Se ne avesse avuto ancora le forze, anche oggi sarebbe stato sicuramente l’animatore della ricostruzione di quel polo moderato di cui è stato, in Basilicata, un alfiere nel partito della Democrazia Cristiana. Ci mancherai caro Romualdo.

Il cordoglio del presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino:

“Testimone di un tempo che non c’è più, di una politica vissuta a tempo pieno nell’interesse della propria comunità, innovatore e promotore di un’azione politica regionale nel settore agricolo ed in particolare degno erede della tradizione di attenzione a quel settore avviata da Decio Scardaccione, ricordare Romualdo Coviello per noi amministratori locali è un dovere morale ed etico. Riaffermare quei principi solidaristici che erano patrimonio della sua storia politica e della riconosciuta capacità di docente universitario, sono il minimo che possiamo fare in questo triste giorno, ribadendo la esigenza di segnalare ai nostri giovani, l’esempio che ci arriva dalla storia politica di Romualdo Coviello che ha lasciato un solco profondo nello sviluppo di questa regione”.