Buon punto per i sinnici allenati dall’esperto Ranko Lazic

Causa neve il derby lucano tra FC Francavilla e AZ Picerno,è stato posticipato nella giornata odierna sotto un sole che a tratti faceva capolino tra le tante nuvole presenti con una temperatura invernale. Dopo un minuto di silenzio per ricordare le vittime della pandemia le due squadre si sono affrontate a viso aperte ognuno con un proprio interesse di classifica: i sinnici per restare lontani dalla zona diretta per la retrocessione, Picerno per non perdere di vista le posizioni nobili della classifica. Picerno con il 3-5-2: centrocampo ben armonizzato e compatto tra le sue linee con Pitaressi, Finizio, Guerra Carnevale e l’ottimo Togora, Albadoro in posizione di mezzapunta e Iadaresta punta di ricognizione. Francavilla con 4-3-3 con l’ottimo Nolè e Galdean a gestire la manovra di centrocampo. Primo tempo particolarmente efficace per gli uomini di mister Antonio Palo che aggredisco da subito le corsie centrali dei sinnici incollati nella loro metà campo in attesa di effettuare giuste ripartenze. Al 14’ il primo vero sussulto per il Picerno che conquista un calcio di rigore prontamente parato dal portiere Cifariello ad Albadoro. Circostanza che ha motivato di parecchio gli uomini di mister Lazic che hanno tentato diverse volte di arrivare nell’area del Picerno, ma imprecisioni e poca convinzione, non hanno permesso di concretizzare al meglio le tante azioni prodotte.

Più concreto il Picerno che ha cercato il vantaggio che arrivava alla fine del primo tempo con l’ex Ternana Albadoro che si faceva perdonare il rigore sbagliato. Seconda frazione, sinnici in avanti alla ricerca del pareggio che arrivava dopo tre minuti di gioco, al 48’, con il bravissimo Del Col. La reazione del Picerno non si faceva aspettare: prima Pitarresi e Togora, e poi Iaderesta e Albadoro, per poco mancavano il nuovo vantaggio. Vantaggio che per la leonessa si materializzava al 70’: scambio tra l’attaccante Origlia, entrato da ben venti secondi, e Esposito, in campo da dodici minuti, tiro secco di quest’ultimo che si insaccava all’angolino destro di Cefariello. Francavilla per niente demoralizzato dal nuovo vantaggio, si portava diverse volte in avanti arrivando vicino alla nuova parità, prima con Morleo e poi con lo stesso infaticabile Nolè. Ma al 79’ non c’è pace per il Picerno, Galdean si trova una palla sul piede destro e dal limite dell’area avversaria fa partire un tiro secco e velenoso che sorprende il portiere Giuliani. Dopo 5 minuti di recupero tutti sotto la doccia con un buon punto ottenuto dai sinnici ampiamente meritato. Picerno regina dei pareggi annota un ulteriore passo falso e si porta lontano dalla capolista Taranto di ben cinque punti. Lazic soddisfatto per aver visto la squadra ben tonica in attesa dello scontro di Bitonto di domenica prossima.

 

FRANCAVILLA – AZ PICERNO 2-2

FRANCAVILLA: Cefariello, Dopud, Di Ronza, Galdean, Pagano, Petruccetti (38’ st Tarantino), Morleo, Navas (49’ st Cabrera), Leonetti, Del Col, Aleksic (13’ st Nolè). A disp. Basile, Nicolao, Semeraro, Caponero, Notaristefano, De Marco. All. Lazic.

PICERNO: Giuliani, Caiazza, Ligorio, Dametto (5’ st Nossa), Guerra (13’ st Esposito), Togora (35’ st Stasi), Finizio, Carnevale (13’ st Oyewale), Pitarresi, Iadaresta (24’ st Origlia), Albadoro. A disp. Siani, Allegretto, Orsi, Kone. All. Palo.

ARBITRO: Antonio Di Reda di Molfetta (Assistenti: Andrea Maria Masciale di Molfetta e Davide Fedele di Lecce)
RETI: 45’ ptAlbadoro (P), 3’ st Del Col (F), 25’ st Esposito (P), 34’ st Galdean (F)
NOTE: Espulso al 20’ st Lazic (F) per proteste. Ammoniti: Galdean e Morleo (F), Caiazza, Finizio e Togora (P). Corner: 2-2. Recupero: 2’ pt e 5’ st.

 

Oreste Roberto Lanza