Un pareggio a reti inviolate per la compagine lucana contro la big calabrese

Al Viviani Az Picerno- Catanzaro 0-0. Brutta partita, noiosa e priva di particolari spunti tecnici. Per i lucani è un punto importante contro una Big del campionato con aspirazione di promozione in cadetteria. Le Aquile calabresi conducono il gioco ma non finalizzano, i padroni di casa riescono ad imporre il nulla di fatto. Gli uomini di mister Palo badano al sodo e mettono in pratica il primo comandamento del calcio che recita “prima non prenderle”. Primo tempo con i lucani che lasciano l’iniziativa agli ospiti piazzandosi con tutti gli effettivi dietro la linea di centrocampo, lasciando il nuovo arrivo Reginaldo avanzato a fare da ricognitore per disturbare il palleggio dei calabresi. La prima vera occasione è del Catanzaro: al 25’ punizione di Vandeputte respinge di pugni Albertazzi, poi traversone di Porcino di testa Fazio, Albertazzi ancora una volta blocca con sicurezza. Cinque minuti dopo ancora calabresi ad impensierire i Lucani. Al 30’pt Carlini di testa trova la respinta prodigiosa di Albertazzi che sventa la minaccia.

Il finale tutto lucano in area calabrese: Pitarresi da quasi centrocampo sorprende Branduani che con un grande intervento salva il risultato. Ripresa al galoppo con gli ospiti in avanti: Carlini in mezzo per Cinelli che ti testa trova la risposta pronta di Albertazzi. Al 68’ incertezza difensiva del Picerno, ne approfitta il barese Cianci che con il destro cerca l’angolo basso ma Albertazzi ancora lui, salva il risultato. L’equilibrio viene spezzato al 80’ dalla punizione di Cianci, con palla che termina alta sopra la traversa. Nel finale punizione a giro di Bombagi, un super Albertazzi con un intervento miracoloso sotto l’incrocio salva il risultato. Gli ultimi minuti di partita sono di stanca per entrambe le formazioni che si accontentano della parità. Catanzaro ancora in fase di carburazione con Cianci fuori forma, Cinelli poco inciso e Bombagi che sta in panchina Molti passaggi al portiere calabrese Branduani e pochi verso la porta avversaria. Per il Picerno un buon punto che fa classifica ma soprattutto morale. Domenica ritorna il Bari al Viviani, questa volta con il Picerno. Partita da studiare bene

AZ PICERNO – CATANZARO 0-0

AZ PICERNO (4-2-3-1): Albertazzi, Vanacore, Ferrani, De Franco, Setola, Pitarresi, D’Angelo (42′ st Coratella), Viviani (28′ st Stasi), Esposito (28′ st Terranova), Reginaldo (1′ st Gerardi), Vivacqua (18’st De Ciancio). A disp. Summa, Allegretto, De Cristofaro, AlcidesDias, Garcia, Guerra, Carrà. All. Antonio Palo.

CATANZARO (3-5-2): Branduani, Martinelli, Verna, Vazsquez (15′ st Cianci), Fazio, Scognamillo, Porcino, Cinelli (28′ st Risolo), Vandeputte, Carlini, Rolando (15′ st Bombagi). A disp: Nocchi, Romagnoli, Tentardini, De Santis, Wellbeck, Monterisi, Ortisi, Bearzotti, Gatti. All. Antonio Calabro.

ARBITRO: Stefano Nicolini (Ciangaglini , Voytyuk )
Note: Ammoniti: 27′ pt Vanacore (P), 35’st Ferrani (P). – Recupero:1′ pt4′ st.

 

Oreste Roberto Lanza