Tutto nella ripresa con il vantaggio del Potenza e il pareggio finale dei calabresi

Al Ceravolo Catanzaro – Potenza 1-1. Dopo la débâcle di Foggia, il Potenza di Mister Gallo tenta di riprendere il cammino in campionato contro una delle principali favorite alla vittoria finale, è insidiosa. Catanzaro in completo rosso con righe giallorosse, il Potenza in divisa bianca con bordi rossoblù. Potenza con il solito modulo tattico, Catanzaro con il 3-5-2 alla ricerca di una seconda vittoria casalinga dopo quella della prima giornata ai danni dei pugliesi della Virtus Francavilla. Al 5’ Lucani che provano a proporsi offensivamente con continuità, gli ospiti mantengono il possesso con qualità. Due minuti dopo ancora pericoloso il Potenza. Al 7’ Cargnelutti sfiora il vantaggio potentino con un colpo di testa insidioso, respinto dall’ottimo Branduani. Assist al bacio di Coccia su calcio piazzato, non trasformato però in gol.

 

Calabresi che si fanno vedere al 25’:Martinelli tenta di sorprendere Marcone dai 20 metri, ma l’estremo difensore del Potenza riesca a neutralizzare la conclusione del difensore avversario. Al 37′ guai muscolari per Romero, il quale è costretto a lasciare il posto a Volpe. L’ultima azione degna di nota, prima del primo tempo, è del Catanzaro. Al 42′ azione personale lodevole di Rolando, che rompe gli schemi ospiti e prova a calciare verso la porta di Marcone, senza successo. Si va al riposo in parità con il Potenza in vantaggio nelle azioni. Seconda frazione che si apre con la prima sostituzione effettuata dal Catanzaro: fuori Cinelli e dentro Risolo. Al 64′ doppio cambio per il Catanzaro: fuori Porcino e Rolando, dentro Bearzotti e Bombagi. I padroni di casa tentano di risollevare le sorti di un incontro momentaneamente in stand-by. Partita che si gioca a centrocampo sul filo dell’equilibrio con poche azioni offensive. Al 73’ il Catanzaro prova a cercare di rompere gli equilibri mandando in campo l’ex di turno il barese Cianci. Ma a sorpresa come un fulmine a ciel sereno è il Potenza ad andare in vantaggio.

 

Al 75’ Angolo dalla destra, zampata del difensore ex Cavese e rossoblù in vantaggio. Il Catanzaro reagisce tentando di attaccare con orgoglio, ma la difesa lucana regge l’urto. Ma dieci minuti dopo una leggerezza dei lucani in area crea le condizioni del rigore. All’85’ leggerezza di Coccia su Tentardini che viene atterrato in area lucana, l'arbitro non ha dubbi e assegna il rigore che viene trasformato dall'ex di turno Cianci. Partita che ritorna in parità risultato che accontenta entrambe le formazioni. L’ultima azione è dei lucani con il subentrato Volpe che in contropiede fa partire un bolide che va di poco alto dalla traversa dei calabresi. Dopo sei minuti di recupero tutti sotto la doccia. Calabresi che si salvano in extremis con il rigore di Cianci. Le Aquile salgono a quota 5 e sono attese dalla trasferta di Palermo. Lucani che a piccoli passi continuano il loro cammino in classifica. Domenica al Viviani arriva il Monterosi.

CATANZARO-POTENZA 1-1

ATANZARO (3-5-2): Branduani, Martinelli, Verna, Vazquez, Fazio, Scognamillo (79' Tentardini), Porcino (63' Bombagi), Cinelli (46' Risolo), Vandeputte, Carlini (71' Cianci), Rolando (63' Bearzotti). A disp: Nocchi, Rizzuto, De Santis, Welbeck, Monterisi, Ortisi, Gatti. All: Antonio Calabro.

POTENZA (4-3-1-2): Marcone, Zampa, Cargnelutti, Coccia, Romero (37' Volpe), Ricci (79' Bruzzo), Gigli, Salvemini (79' Banegas), Zenuni (68' Guaita), Matino (79' Maestrelli), Sepe. A disp: Greco, Petriccione, Vecchi, Sandri, Baclet, Nigro, Zagaria. All: Fabio Gallo.


Arbitro: Davide Di Marco di Ciampino (Ivan Catallo di Frosinone e Ivano Agostino di Cinisello Balsamo)

Marcatori: 75' Matino (P), 85' rig. Cianci (C)
Note: Ammoniti: 25' Zampa (P), 25' Scognamillo (C), 25' Salvemini (P), 47' Cargnelutti (P), 61' Risolo (C). Recupero: 2' pt, 6' st.

 

Oreste Roberto Lanza