logo bn ultimo

  

Caiata: “Prendersi cura dei bambini è il più grande gesto di amore e di solidarietà che si possa fare”

Potenza Calcio e solidarietà. In occasione della giornata mondiale della prematurità, appuntamento, ormai consolidato, per mostrare vicinanza alle famiglie dei bambini nati prematuri, una delegazione di tesserati del Potenza calcio, ha fatto visita al reparto di neonatologia complessa e di terapia intensiva neonatale, dell’Azienda Ospedaliera “San Carlo” di Potenza per donare una maglia rossoblù al personale sanitario. Un appuntamento di grande gratitudine per il lavoro svolto, e per mostrare vicinanza della società alle famiglie dei bambini nati prematuri. Presenti per la squadra del presidente Salvatore Caiata il capitano, Giuseppe Coccia oltre a Francesco Salvemini, Enrico Zampa, Manuel Ricci, Niccolò Gigli, ed al team manager, Giuseppe Lolaico.

 

Alla direttrice dell’Unità di neonatologia complessa e di terapia intensiva neonatale, la dottoressa Simona Pesce, è stata consegnata la maglia con il numero 17, del centravanti Salvemini direttamente dal foggiano Giuseppe Coccia. Grande soddisfazione da parte della direttrice Simona Pesce per l’inaspettato dono: “i miei pazienti sono dei piccoli guerrieri che lottano sin da subito per la vita”. Assente per impegni lavorativi pregressi il presidente Caiata ha inviato una nota precisando: “Prendersi cura dei bambini è il più grande gesto di amore e di solidarietà che si possa fare. Apprezziamo il coraggio di questi medici che, quotidianamente, sono costretti a dover prendere scelte determinanti per la vita dei loro fragili pazienti”. Da oggi nel reparto sarà presente nel reparto come simbolo di forza, coraggio e determinazione, la stessa che dovranno mettere “in campo” i piccoli ospiti, per vincere la loro prima e più importante partita con la vita.

 

Oreste Roberto Lanza