logo bn ultimo

 

Alle due reti dei siciliani rispondono al 72’ i lucani che accorciano lo svantaggio con Ricci

Al Angelo Massimino Catania- Potenza 2- 1. Il Potenza che dovrà tirare fuori gli artigli a Catania, servono punti anche fuori casa”. Sotto l’egida Trocini, il Potenza, in 5 gare, ha raccolto ben 7 punti due vittorie con Latina e Picerno, un pareggio col Monopoli e due k.o. con Taranto e Palermo commettendo in questo caso grossi errori difensivi, dei regali. Però in tutti i campi ha dimostrato di volersela giocare a viso aperto con chiunque al di là delle differenze a livello tecnico. Ora il Catania squadra che con tutte le difficoltà economiche risulta essere gruppo compatto con la voglia di giocarsela fino all’ultimo respiro come è successo qualche domenica fa a Taranto. Senza Salvemini e con il solo Volpe a fare da ricognitore in aria avversaria con un centrocampo ben coperto e difesa che recupera Zampa. In panchina nessun attaccante per una infermeria piena di infortunati. Pronti, via. Al 4′Ceccarelli se ne va sulla destra, Cargnelutti lo falcia: subito cartellino giallo.

 

Catania in avanti Potenza arroccato nella propria metà campo. Al 8′ Moro due volte da fuori: il primo tiro è respinto, il secondo è altissimo. Potenza che si fa vedere due minuti dopo. Al 10′ Volpe a rientrare ne salta un paio, ma il sinistro da una ventina di metri è fiacco e Sala blocca. Ma il Potenza gioca molto con le ripartenze. Al 23’ doppia respinta in area dei difensori del Catania, prima su Ricci e poi su Zagaria che batte a colpo sicuro. Catania che cerca il colpo del vantaggio senza riuscirci, molte ammonizioni per il Potenza. Al 44’ altra volata, stavolta di Russotto, e altra ammonizione, questa volta è il turno di Vecchi. Al 45’ rigore per i siciliani: Marconi travolge in uscita Russotto, che stava cercando di colpire di testa. Il portiere viene ammonito. Dal dischetto Moro che non sbaglia. Prima frazione di gioco con il Catania in vantaggio. Seconda frazione con il Catania che preca l’occasione del raddoppio. Al 49’ il solito Moro manda in porta Siposche controlla ma e serve la palla al portiere. Potenza che non demorde è al 52’ Cargnelutti di testa manda la palla alta sulla traversa della porta dei siciliani Al 61’ Catania raddoppia, Moro ancora lui: Russotto solo in contropiede in area fa partire un destro, il portiere respinge esattamente sul piede di Moro, che a porta spalancata segna il 16 esimo gol in campionato. Trocini corre ai ripari ed effettua un triplo cambio Sepe, Zenuni e Banegas al posto di Zampa, Vecchi e Zagaria. Bisogna recuperare il risultato. Al 72’ Potenza in goal, accorcia :Sepe si invola sulla sinistra e dal fondo mette al centro, un compagno la manca ma arriva Ricci e dal limite dell’area batte Sala con l’aiuto di una deviazione. All’85 Catania che cerca il colpo risolutore.

 

Triangolo lungo Moro-Albertini: l’attaccante lancia il laterale sulla destra, cross basso per il capocannoniere e botta respinta da un difensore. Trocini tenta di raggiungere la parità e mette dentro Zanchi al posto di Greco e Maestrelli al posto di Matino. In questi ultimi minuti Catania in affanno sulla pressione dei lucani. Al 91’ si salva il Catania: sul cross di Maestrelli grande confusione, la palla arriva a Ricci che spara alto dal cuore dell’area. Dopo 4 minuti di recupero finisce la sofferenza del Catania che batte i lucani per un solo goal di differenza. Potenza che ha sofferto nella prima frazione di gioco riabilitandosi nella successiva dove alla fine il pareggio sarebbe stato il risultato giusto. Domenica prossima arriva al Viviani la Turris, altro impegno importante e difficile ma se l’infermeria si svuota le possibilità di risultato per i lucani sono alte.

CATANIA - POTENZA 2-1

CATANIA (4-4-2): Sala, Calapai, Claiton, Monteagudo, Ropolo, Ceccarelli (32' st Albertini), Rosaia, Greco (44' st Zanchi), Russini (35' ptRussotto), Moro, Sipos (32' st Izco). A disp: Stancampiano, Pino, Ercolani, Pinto, Cataldi, Maldonado, Biondi, Piccolo. All: Francesco Baldini.

POTENZA (3-5-2): Marcone, Matino (44' st Maestrelli), Piana, Cargnelutti, Vecchi (17' st Sepe), Zampa (17' st Zenuni), Zagaria (17' st Banegas), Sandri, Coccia, Volpe (24' st Sessa), Ricci. A disp: Greco, Petriccione, Orazzo, Bruzzo. All: Bruno Trocini.

Arbitro: Marco Ricci di Firenze (Stefano Lenza di Firenze - Giacomo Pompeo Poentini di Pesaro)
Marcatori: 47' pt Moro su rigore e 14' st Moro (C) - 27' st Ricci (P).
NOTE: Ammoniti: Cargnelutti, Zampa, Vecchi, Ricci, Marcone, Matino, Sepe (P), Izco, Claiton (C). Angoli 5-1 Recupero: 3' pt, 4' st.

 

Oreste Roberto Lanza