logo bn ultimo

 

Impegno e grande volontà non bastano al Potenza per frenare la capolista

Al San Nicola Bari- Potenza 2-0. Bari già campione d'inverno del Girone C di Serie C con l'ultimo impegno del 2021, la sfida casalinga con il Potenza. Il match con i lucani segna l'inizio del girone di ritorno ma in realtà precede un periodo di sosta che durerà poco meno di una ventina di giorni (il campionato riprenderà il 9 gennaio) e servirà a ricaricare le batterie e a definire eventuali strategie di mercato per la finestra invernale. Il ventesimo turno per i baresi pare un incontro favorevole, per i Lucani un motivo per creare la premessa di una possibile sorpresa dopo le due sconfitte consecutive l'ultima delle quali in casa con il Campobasso, un risultato che ha lasciato una coda polemica anche in virtù delle critiche rivolte alla squadra dal presidente Caiata. Tra Bari e Potenza esistono 10 precedenti ufficiali tra Serie B e Serie C. Nella testa a testa sono in vantaggio i biancorossi, vincitori in 7 occasioni contro le sole 2 affermazioni dei lucani e 1 pareggio. Guardando ai 5 confronti giocati in casa, 4 vittorie dei galletti, 1 dei rossoblù e nessun pari.

 

Potenza con Salvemini e Romero dal primo minuto. Pronti, via. Il primo tiro e del Potenza al 2’: incursione di Coccia dalla destra e palla a lato dalla porta di Frattali. Si fa vedere il Bari al 7’: grande percussione di D'Errico, chiuso in affanno in angolo da Matino. Bari che fa la partita senza però trovare il giusto varco nell'area ospite. Al 18' occasione Bari: lavoro di Botta in area di rigore, che libera Scavone in area piccola. La conclusione a botta sicura viene deviata in angolo da Matino. Bari che cerca il vantaggio senza riuscire a concretizzare negli ultimi metri. Al 25’ Botta prova il tiro dai 25 metri palla non lontana dalla porta di Greco. Potenza rintanato nel proprio centrocampo e Bari alla ricerca del goal del vantaggio. Al 37’ sugli sviluppi della punizione, Gigliotti tutto solo in area, ciabatta al momento del tiro e si fa chiudere in angolo. Al 44’ Bari vicino al vantaggio: D'Errico vicinissimo al gol, su azione personale supera due avversari e calcia ad incrociare: palla sfiora il palo e termina sul fondo. Senza recupero al 45’ si va negli spogliatoi a reti bianche. Seconda frazione con una sostituzione nel Bari: Mignani si gioca subito la carta Cheddira (per Paponi) che si rende subito protagonista, prima non è preciso al momento del passaggio dopo l'ottima idea di Ricci. Sorpresa per il locale al 60’:Spunto di Ricci sulla sinistra e palla in mezzo per il centrocampista, che cade a terra dopo un presunto contatto con Piana. Per l'arbitro non c'è nulla. Seconda ammonizione per simulazione a Scavone e galletti in 10. Ma il Bari è molto più vivo del Potenza. Al 63’ Maita imbuca Cheddira, che entra in area e viene atterrato da Piana: calcio di rigore. Batte l’ex granata del Toro Antenucci e Bari in vantaggio.

Potenza vicinissimo alla parità. Al 68’ un tiro al volo di Salvemini, la cui deviazione di un difensore non beffa per Frattali. Ma il Bari cerca il raddoppio che arriva al 74’:Cheddira serve D'Errico, che viene steso dall'uscita di Greco. Altro rigore. Sul dischetto D’Errico che spiazza Greco. All’81’ il Potenza vicino per accorciare il risultato: conclusioni di Salvemini ma il portiere barese Frattali risponde presente. All’87 Trocini mette in campo Banegas al Posto di Salvemini. All’89 il Potenza reclama un rigore per un presunto tocco di mani in area di un giocatore barese. Dopo tre minuti di recupero si va negli spogliatoi con la vittoria dei padroni di casa e un Potenza che ha combattuto alla grande contro una grande che vincerà il campionato. La trasferta per il Potenza risulta essere indigesta sesto ko .Per i Lucani necessità un ritorno sul mercato per elevare il tasso di esperienza. Trocini sta facendo il massimo.

BARI - POTENZA 2-0

BARI (4-3-1-2): Frattali, Gigliotti, Maita, Celiento, Antenucci (46' st Simeri), Botta (35' st Mallamo), D'Errico (43' st Belli), Pucino, Scavone, Ricci, Paponi (1' st Cheddira). A disp: Polverino, Plitko, Bianco, Citro, De Risio, Lollo, Di Gennaro, Mazzotta. All: Michele Mignani.

POTENZA (3-5-2): Greco, Coccia, Sandri, Romero, Gigli, Salvemini (42' st Banegas), Piana, Zenuni, Maestrelli (24' st Volpe), Zagaria (33' st Vecchi), Matino. A disp: Petriccione, Orazzo, Bruzzo, Grande, Sessa. All: Bruno Trocini.


ARBITRO: Francesco Carrione di Castellammare (Piedipalumbo di Torre Annunziata - Carrelli di Campobasso).
RETI: 18' st Antenucci su rigore, 30' st D'Errico su rigore (B).
NOTE: Ammoniti: Scavone, Maita (B), Matino, Gigli, Sandri, Volpe, Greco (P). Espulso: Scavone al 15' st per doppia ammonizione. Angoli 6-3 Recupero: 0' pt, 3' st.

 

Oreste Roberto Lanza