In classifica generale Rosa per Lopez, Domenico Pozzovivo sempre tra i primi dieci

L’undicesima tappa del Giro d’Italia 2022. Santarcangelo di Romagna -Reggio Emilia parmigiano reggiano food stage di 203 chilometri è di Alberto Dainese, della Team dsm, alla prima vittoria italiana in questo giro d'Italia e terza vittoria in carriera la prima in un grande giro. Al traguardo arriva dopo 4 ore 19 minuti e 4 secondi, secondo Gaviria con un distacco di appena 6 secondi, terzo un altro italiano, Simone Consonni. Una delle giornate sulla carta più semplici di questa edizione con un percorso tutto piatto con alcuna difficoltà altimetrica, attraversando la Pianura Padana in direzione Ovest. I corridori hanno percorso la Via Emilia per quasi tutto il giorno, un lunghissimo rettilineo interrotto solo nelle fasi finali di corsa, con i consueti ostacoli della viabilità come rotatorie, spartitraffico, isole pedonali e dossi fino al rettilineo finale di 350 metri in asfalto di larghezza 7 metri. La partenza alle 12,30 fa registrare l’assenza del vincitore della decima tappa, Biniam Girmay: l’eritreo assente per colpa di un tappo di spumante finito nell’occhio sinistro che gli ha provocato un trauma.

Sfortunato incidente che gli costerà probabilmente il ritiro. Pronti, via. Primo chilometro subito una fuga, Luca Rastelli e Filippo Tagliani che si consolida ai 43 chilometri con 3 minuti e 32 secondi dal gruppo. La media orari si attesta intorno ai 43 chilometri orari. Il gruppo nel frattempo si allunga e scompone permettendo ai due fuggitivi di aumentare il distacco: ai 95 chilometri diventa anche di 4 minuti. Nel frattempo il gruppone comincia a raggrupparsi fino a quando agli 84 chilometri dall’arrivo la distanza dai fuggiti si accorcia enormemente arrivando ad un distacco di appena 30 secondi. Qualche chilometro dopo i fuggiti vengono ripresi nel gruppo e cominciano ad allungarsi i velocisti. Ci prova subito Dries De Bondt (alpecin- fenix) che conquista subito 50 secondi dal gruppo che diventano minuti ai 38 chilometri dall’arrivo. Ai 28 chilometri la distanza comincia a ridursi arrivano a 20 secondi dal gruppo che alza il pedale portando la media oraria a ben 45 chilometri orari.

 

Alle 16:48 e a pochi chilometri dal traguardo finisce l’avventura di De Bondt e parte la volata di DeMare a cui si affianca subito Gaviria dietro a pochi centesimi di secondi c’è lui Dainese che con uno scatto repentino beffa entrambi sulla linea del traguardo. Tra i primi dieci di giornata si rivede Caleb Ewans e Mark Cavendish. Il lucano Domenico Pozzovivo arriva con minuti di ritardo ma conserva la sua posizione in classifica generale. Ottavo posto con un ritardo dalla maglia rosa di soli 54 secondi. Lopez ancora Maglia Rosa ma al secondo posto spunta Carapaz. Domani dodicesima tappa Parma- Genova di 204 chilometri con due grosse difficoltà: il passo del Bocco a 957 metri , la Colletta a 615 metri e il valico di Trensasco. Percorso per Domenico Pozzovivo.

 

Oreste Roberto Lanza