Le due formazioni lucane stanno lavorando per affrontare la prossima stagione calcistica

Ci sarà ancora da attendere un pò per rivedere all’opera alcune realtà del calcio locale. Il campionato di Serie C prenderà il via soltanto a fine agosto e terminerà il 23 aprile. Questa la decisione presa a giugno dal Consiglio Direttivo della Lega Pro, che ha stabilito che i playoff saranno disputati a partire dal 30 aprile 2023 per terminare l'11 giugno. Per il primo turno della Coppa Italia di categoria, invece, si comincerà a giocare il 21 agosto. Insomma, è un’estate calda quella che aspetta molte delle squadre che sognano il grande passo verso i principali palcoscenici del calcio italiano. Molte delle piazze più focose sono quelle che popolano il girone C, dedicato alle compagini meridionali. Tra queste spiccano il Potenza e il Picerno, entrambe in Basilicata. Il Potenza ha cambiato presidente di recente, trovando una nuova guida in Donato Macchia e nel suo gruppo. Per questa squadra si tratterà del quinto anno di fila in terza divisione e ormai i tempi per il grande salto sembrano maturi. Lo si intuisce anche dalle mosse di mercato: proprio in questi giorni l’attaccante Francesco Andrea Di Grazia ha salutato il Foggia per sposare la causa potentina. Si tratta di un’ala sinistra che ha accumulato fin qui più di 100 presenze in Serie C, militando anche per l’Akragas e l’Arezzo. 12, invece, i gettoni in B con il Pescara. Il Picerno, invece, vuole gettare seriamente le basi per i giocatori del futuro.

 

Il direttore generale Vincenzo Greco ha instaurato infatti dei rapporti di addestramento tecnico con alcuni giovani particolarmente promettenti: Elia Summa, Rocco Leone, Andrea Santarcangelo e Michele Orsi, tutti lucani. La valorizzazione dei ragazzi del territorio è un aspetto del calcio nazionale che sembra trovare la propria sublimazione proprio nelle serie minori. D’altro canto, le risorse a disposizione delle casse dei club sono chiaramente modeste. Sempre meglio cercare in casa propria, quando possibile… Il salto di qualità è stato già compiuto invece da Lorenzo Liurni, esterno offensivo classe ’94 che è finalmente tornato al calcio professionistico dopo aver giocato in D con la Nocerina, il Lavello e la Follonica Gavorrano. Il ragazzo ha firmato un contratto di 2 anni con il Picerno, che rappresenterà per lui una sorta di trampolino di lancio, nonché di spartiacque per la carriera. Liurni aveva già assaggiato il professionismo 8 anni fa, quando vestiva la maglia del Castel Rigone in Lega Pro.

 

L’entusiasmo è alle stelle, ma la scorsa stagione non era stata particolarmente esaltante per il Potenza e per il Picerno. Volendo considerare il Catania fallito come fanalino di coda, i rossoblù sono arrivati quintultimi, al sedicesimo posto, con appena 37 punti. Leggermente meglio il Picerno, che ha chiuso decimo con 50 punti, frutto di 14 vittorie, altrettante sconfitte e 8 pareggi. Per quanto riguarda pronostici e previsioni sul campionato, anche le cifre delle scommesse sportive sono più difficili da decifrare quando si parla di Serie C del calcio italiano: in terza divisione le squadre non godono di grandissima continuità e anche chi si trova al vertice della graduatoria conta spesso qualche insuccesso di troppo. Anche per questo, però, il terzo campionato italiano risulta puntualmente avvincente.