“La squadra che abbiamo allestito è da primi posti, ora dobbiamo solo amalgamare vecchi e nuovi acquisti”

Dopo Marian Cochela, pivot che ha giocato nel 2020/21 per il Steaua Bucuresti nell'Romania - Division A e con la nazionale rumena sia i campionati europei under 16 che quelli under 18, mentre nella stagione 2021/2022 in Italia nella Pallacanestro Canicattì, dove ha disputato il campionato di C silver Sicilia con 8 punti e 10 rimbalzi di media, è Marco Clemente il giocatore che ha chiuso la campagna acquisti della Ondatel Virtus Matera, campione capace di destreggiarsi egregiamente negli spot di guardia e ala piccola, ma che all'occorrenza è capace di difendere sui 4 avversari. Nato nel 1996 Clemente, è emerso sin da ragazzino con le giovanili del Castellaneta prima e poi della Virtus Matera per le sue ottime capacità tecniche e atletiche, esordendo in Serie C all'età di sedici anni. Nel frattempo, raduni con le varie rappresentative regionali e poi la chiamata da Chieti, compagine di A2. In Abruzzo, Marco ha culminato la sua esperienza nella seconda serie nazionale con diverse apparizioni sul parquet, dimostrando tutto il suo valore in campo. Ha vinto il campionato di Serie D, sempre in quel di Chieti, da assoluto protagonista, con più di 13 punti a partita. È seguito il suo ritorno in Puglia: prima nel suo paese natale Castellaneta e poi ad Altamura.

 

Abbiamo chiesto al coach Antonio Conterosito. 

Si è chiusa la campagna acquisti della Ondatel Matera, Pronostici per la nuova stagione?
"La squadra che abbiamo allestito è da primi posti, ora dobbiamo solo amalgamare vecchi e nuovi acquisti. La dirigenza e staff tecnico che riescono a lavorare in piena sinergia è il vero segreto".


È stato ufficializzato un nuovo marchio, qual’è la ragione del restyling e cosa rappresenta?
"Il nostro nuovo marchio, il nostro nuovo simbolo, è un richiamo iconografico al bue, per rappresentare al meglio Matera.Un animale dalla grande forza fisica, che simboleggia l’istinto, l’azione e la personalità".

Silvia Silvestri