logo bn ultimo

 

Nella prima frazione di gioco poco da vedere. Potenza con il cuore trova il pareggio nel finale

Al “Franco Scoglio” Messina- Potenza 1-1. Cento partite per l'allenatore del Potenza Giuseppe Raffaele guidate dalla panchina tra Serie D e Serie C, senza contare i match di Coppa Italia e play off. Potenza con il 3-5-2 in difesa assente legittimo, con Armini, recupera Matino e Girasole, a centrocampo Gyamfi con il regista Laaribi pìù avanti Steffè, Di Grazia e Volpe sulla sinistra. Emmausso e l’ex di turno Caturano in attacco. Messina con un 3-4-3, con Lewandowski tra i pali e il tridente d’attacco composto da Grillo Fofana e Catania, lontano dal Potenza di ben 4 punti con i soliti problemi offensivi manifestatesi anche domenica a Pescara persa per una sola rete. Pronti, via. Prima palla pericolosa è del Messina al 7’ tiro di Fofana parato in calcio d’angolo da Gasparini. Siciliani che cerca con più convinzione la via della rete, Potenza che ben controlla che corsie esterne del centrocampo. Ma sono i siciliani ad essere più incisivi a centrocampo con un buon palleggio tanto che la 42’ passano in vantaggio con Fofana su un errore di Gasparini e soprattutto di Steffè che si abbassa sul cross di Catania. Potenza poco rispetto al Latina, soffre di molto le incursioni rapide del centrocampo dei siciliani. Siciliani che nei primi venti minuti sbagliano almeno due palle goal. Potenza che si è limitato soltanto alla difesa evitando di far del male ai padroni di casa.

Si può annotare al 36’ un solo tiro pericoloso di Caturano. Alla fine del primo tempo Messina meritatamente in vantaggio. Seconda frazione di gioco, Potenza che cerca una reazione per arrivare al pareggio. Ma senza ottenere grossi risultati con un copione identico alla prima frazione di gioco con i siciliani che falliscono la chance per raddoppiare con Fazzi al 57′. Al 69’ Potenza in dieci per l’espulsione per Rillo che non perde in lucidità e cerca la via della parità che arriva cinque minuti dopo al 74’ con il difensore Del Sole. Un punto ben guadagnato con il cuore e il sudore che consente al Potenza con il suo nono pareggio stagionale di fare ancora un passo in vanti portandosi a quota 15 in classifica mantenendosi fuori dal pantano dei playout. Messina sempre ultimo.

MESSINA - POTENZA 1-1

MESSINA (3-4-3): Lewandowski, Filì, Trasciani, Angileri, Fiorani, Mallamo (16' st Marino), Fofana, Fazzi, Grillo (35' st Curiale), Balde (41' st Zuppel), Catania (16' st Iannone). A disp: Daga, Berto, Zuppel, Konate, Ferrini, Versienti, Napoletano. All: Gaetano Auteri.

POTENZA (3-5-2): Gasparini, Gyamfi, Matino, Emmausso (10' st Del Sole), Caturano (34' st Del Pinto), Di Grazia (23' st Rillo), Armini (23' st Belloni), Laaribi, Steffè, Girasole, Volpe (34' st Celesia). A disp: Alastra, Riccardi, Polito, Belloni, Logoluso, Verrengia, Talia, Schimmenti. All: Giuseppe Raffaele.

Arbitro: Abdoulaye Diop di Treviglio

RETI: 42'pt Fofana (M), 74 Del Sole (P)
NOTE: Ammoniti: Steffè, Laaribi, Di Grazia (P) Filì, Mallamo, Fazzi (M). Espulso: al 24' st rosso per Rillo. Volpe dalla panchina al 41' st. Recupero: 1' pt, 5' st.

Oreste Roberto Lanza